Il gatto tenero compagno, protegge da allergie e ictus

Giulia Russo
no comments

Magici miagolii dentro le mura domestiche riempiono di vita i quartieri delle città. I gatti sono da sempre amici inseparabili dell’uomo, almeno quanto i colleghi cani. Non tutti però amano questo felino elegante, peloso e talvolta capriccioso ed aggressivo, tanto che c’è chi vorrebbe cacciarlo via questo batuffolo a quattro zampe.

Diversamente dal cane, i gatti  amano fare le fusa, ma poi preferiscono vivere  senza troppe moine. Si accontentano di una lisca di pesce se non trovano un topino prelibato sulla propria strada.

Il gatto perché è tanto richiesto?

I gatti sono gli animali più in voga del momento, non solo perché ormai sui social spopolano tra like e miagolii virtuali, ma anche perché fanno tanta compagnia a chi vive da solo e non crea caos. In che senso? Se vuole qualcosa preferisce servirsi da solo saltando sulla tavola imbandita. Nessuno osa mandarlo via. Il suo pelo morbido induce ad una carezza simultanea e lui ringrazia con la lingua baciando i suoi padroncini. Non sempre il gatto resta in casa, riesce a fare l’equilibrista sui cornicioni delle terrazze e se cade giù si salva sempre per una questione di agilità.

Il gatto tenero animale fa bene alla salute

Secondo una serie di ricerche scientifiche vivere con uno o più gatti ridurrebbe rischi di malattie cardiache, in quanto accarezzarne il pelo aiuta a liberarsi dallo stress, ma contribuirebbe anche ad evitare tutta una serie di allergie in grandi e piccini. Come? Una ricerca pubblicata dal Journal of the American Medical Association del Medical College of Georgia ha dimostrato che il gatto ha delle sostanze nella sua bocca con un effetto protettivo contro disturbi respiratori, ovvero tosse, respiro sibilante, otiti e riniti.

Certamente il gatto è un animale simpatico, perché ha una sua personalità ben definita: non si fa portare a spasso con il guinzaglio, si rifugia a mo’ di gomitolo nelle braccia delle persone, dando amore e sicurezza. Ci sono storie inverosimili che riguardano mici e padroni divisi per una serie di circostanze e riunitisi a distanza di anni. Il gatto fa diversi chilometri pur di ritornare dal suo padrone.

Nell’antico Egitto i gatti erano considerati delle divinità e venivano immortalati anche accanto ai Faraoni. I loro occhi verdi fosforescenti fanno luce nel buio pesto della notte. Se non si toccano con bastoni o altri oggetti pungenti i gatti non sono aggressivi. Questo delizioso amico a quattro zampe è divenuto nel tempo una figura molto  dolce. Sulla Terra ci sono seicento milioni e mezzo di gatti, anche se in alcune zone del mondo viene cucinato e mangiato senza scrupolo.

Categories:

About Giulia Russo

Super Mamma, giornalista e scrittrice. Ha tante passioni, ma l'amore per la recitazione vince su tutte. Ha collaborato con testate locali come La Riviera, Libero, Lo Strillo, Il Giornale di Napoli- Il Roma, Politica Meridionalista. Opinionista satirica su Canale 50 di Pisa (L'Impallato e Panni Sporchi). Ha scritto due libri "Napoli Antica e Napoli Polemica"; "Vincenzo Dattilo, il più napoletano dei napoletani" editi da Firenze Libri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l'informativa estesa sui cookie<br>
<a href="https://www.lecodellaverita.it/cookie-policy/">Informativa estesa cookie</a>
<a href="https://www.lecodellaverita.it/informativa-privacy/">Informativa Privacy</a>.