Fatti e misfatti

Wanted campagna antiviolenza su animali: salvati pappagallini mutilati

NAPOLI- Sempre più nutrito il numero dei soggetti che provano piacere nel maltrattare gli animali. L’ultimo agghiacciante caso è successo in questi giorni nel capoluogo partenopeo, nello specifico si parla di chi va in giro per la città con pappagallini agapornis roseacollis dopo averne mutilato ali o zampette. Le povere vittime diventano oggetto di curiosità e attirano persone a tentare la fortuna al gioco del Lotto. Un macabro modus vivendi che ha convinto il consigliere regionale dei Verdi ,Francesco Emilio Borrelli e Fabio Procaccini, delegato provinciale della Lipu ad intervenire condannando chi maltratta gli animali.

Wanted campagna antiviolenza su animali a Napoli

Antonio Abruzzese,il 1 settembre 2o16 fu denunciato dalla Polizia Municipale di Napoli della sezione Avvocata, colto in flagrante mentre era intento a maltrattare con varie mutilazioni un pappagallino in via Toledo. Immediatamente il comandante Luigi Ascione, dopo la denuncia provvedeva a far ricoverare il povero pappagallino all’ospedale veterinario dell’ASL 1. Si tratta della prima condanna inflitta dalla giustizia su questo tipo di sfruttamento e maltrattamento agli animali, a cui si aggiungono Borrelli e Procaccini, ma è anche la prima campagna di ‘Wanted’ avviata ora per la repressione di questo grave crimine.

wanted campagna antiviolenza su animali

Ormai il cuore della gente si è indurito: giorno dopo giorno si uccidono animali indifesi, che dovrebbero solo essere amati e curati. Perché prendersela con il mondo animale?

“Ormai è sempre più difficile vedere in giro persone che fanno illegalità del genere, ma non bisogna abbassare la guardia e i cittadini devono continuare a segnalarci la cosa” hanno concluso Borrelli e Procaccini per i quali “la sentenza del Tribunale di Napoli costituisce un importante precedente giurisprudenziale al quale auspichiamo che si uniformino i Giudici che dovranno sentenziare sugli altri denunciati nei prossimi mesi, visto che, negli ultimi anni, ci sono stati oltre 20 sequestri”.

wanted campagna antiviolenza su animali

Sono invitati tutti i cittadini spettatori di crimini su animali a denunciare quanto succede per strada o in casa, perché non si può tollerare tali atrocità e violenze. Ancora più grave sarebbe lasciare impunito chi sfrutta o mutila un animale.

Share:

Rispondi