Home » Viaggi » Sul lago di Como a San Valentino? Idee per un romantico rendez-vous

Sul lago di Como a San Valentino? Idee per un romantico rendez-vous

Lago di Como cosa vedere a San Valentino

Visitare il lago di Como almeno una volta nella vita vi regalerà momenti memorabili e foto mozzafiato. San Valentino si avvicina e molti sceglieranno questa località, tempo permettendo, per trascorrere ore d’amore e di relax.

Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno…con queste parole il grande Alessandro Manzoni descriveva la bellezza di Lecco e la magia di quel lago tutto a seni e golfi che accende l’amore in chi lo attraversa.

In questo anno difficile, in cui la pandemia imperversa, anche l’amore è stato sacrificato. Un San Valentino quasi desiderato a tutti i costi dalle numerose coppie che hanno visto sfumare i loro progetti matrimoniali, proprio come Renzo e Lucia, i protagonisti de I promessi Sposi che sul lago di Como vissero- per così dire- il loro ultimo San Valentino, prima di essere separati a lungo dalla peste del 1600 e dalla malvagità di Don Rodrigo. 

Quale modo migliore per celebrare l’amore, se non visitare il lago di Como e trascorrere un San Valentino 2021 indimenticabile?

Come arrivare sul lago di Como 

Tutte le giovani coppie, non munite di automobile, potranno raggiungere il lago di Como partendo da Milano in treno regionale, direzione Como Nord Lago. In 50 minuti si arriva senza problemi. Altrimenti, in autobus da Milano in 1 ora e 10 minuti di viaggio. 

Se andate in auto, allora avrete modo di girare come si deve anche tutti i paesini della provincia e le vicine Lecco e Bellagio. 

Cosa vedere sul lago di Como

Il lago naturale, originatosi dalle Prealpi, ha il nome di Lario ed è il più profondo d’Italia. La sua forma a Y richiama il corpo femminile, ma anche il simbolo dell’ unione tra innamorati. È un luogo spettacolare per i suoi paesaggi e i suoi colori. Qui, ci sono ville di gran lusso e si incontrano anche molti vip nostrani e hollywoodiani, che negli anni si sono lasciati sedurre dal fascino di questi luoghi. 

Lago di Como veduta

Secondo una leggenda, il lago di Lario sarebbe popolato da un mostro che si aggira per le sue acque: il Lariosauro. Il nome di questa creatura deriva da un ritrovamento fossile di epoca preistorica. Dal 1945 ad oggi sono stati fatti molti avvistamenti sospetti di una creatura dalle dimensioni enormi simili ad una gigantesca anguilla…che sia un discendente del Lariosauro?

Un detto locale dice che “il lago si scopre dal lago”. Infatti il modo migliore per godersi un soggiorno in questo paradiso terrestre è attraversarlo in battello o con un motoscafo privato per chi desidera un po’ di privacy.

Non mancano nemmeno le gondole come a Venezia, ma  sul Lario hanno una vela e sono condotte da due persone. 

Lago di Como cosa visitare

Luogo di grande classe e ultra-romantico, da sempre il Lago di Como esercita un magico richiamo per tutti gli amanti del relax, coccolati dai sapori genuini e dai paesaggi mozzafiato. 

Bellagio da vedere

La prima città da vedere è sicuramente Como, famosa per la produzione della seta, raffinata e tranquilla località che accoglie i visitatori tra portici ed edifici rinascimentali dalla bellezza senza tempo. 

Il duomo

Una prima tappa, doverosa per chi ama esplorare i tesori dell’arte italiana, è sicuramente il duomo con la facciata tardo-gotica che culmina con la cupola di Filippo Juvarra. Un edificio da fotografare e contemplare per la sua bellezza.

Villa Olmo

Altro edificio meritevole di contemplazione è Villa Olmo, costruzione neoclassica circondata dal suo bellissimo giardino all’inglese. 

Da questo luogo provate ad imboccare il Chilometro della conoscenza che porta fino a Villa del Grumello e Villa Sucota. L’occhio è completamente rapito dal fascino delle serre, delle limonate e dei parchi secolari. 

Villa Carlotta lago di Como

Una sosta piacevole a Tremezzina, un comune composto da tanti piccoli paesi, nasconde numerosi tesori, come Villa Carlotta a Tremezzo: sale piene di opere d’arte e giardini lussuosi all’esterno. È sicuramente il luogo più instagrammato del Lago di Como. 

Tra l’altro, fortemente penalizzata dall’emergenza Covid19, Villa Carlotta ha promosso una iniziativa “Adotta una pianta, salva la Bellezza”: trecento vegetali di valore simbolico sono adottabili per un anno, portando il nome del donatore che virtualmente si prenderà cura di loro. 

Un patrimonio vegetale e floreale che merita di essere visitato e curato anche quando l’emergenza sanitaria finirà. 

Lago di Como cosa fare a San Valentino 

Anche se siamo in piena pandemia, chi abita nei dintorni della Lombardia e chi desidera scoprire i luoghi manzoniani senza rinunciare al romanticismo, allora dovrebbe trascorrere almeno un weekend sulle sponde del lago di Como.

Una delle strutture più romantiche, che si erge in prossimità del lago è l’hotel Tremezzo con una spettacolare vista panoramica su Bellagio e sulla Riviera delle Azalee. 

Cosa vedere sul lago di Como

Un San Valentino romantico con una colazione in riva al lago, prima di lasciarsi coccolare dalla Spa e dalla Jacuzzi con vista panoramica. 

E per celebrare l’amore con il sapore si può cedere ai deliziosi e raffinati menù del grande Maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi. 

Gita romantica sul lago

Le rive del lago di Como sono sempre state amate, ancor prima che le scoprisse George Clooney, dalla nobiltà europea e dai grandi divi hollywoodiani e non solo. 

Tra le attività preferite dai visitatori ci sono i boat party, ovvero delle feste o cene in barca mentre si attraversano le acque del magico lago di Como. 

Cena di San Valentino sul lago di Como

Chi desidera fare una bella dichiarazione d’amore o chiedere la mano della propria compagna allora non poteva scegliere luogo migliore del Lago di Como. Tra i ristoranti più suggestivi in cui dichiararsi ci sono Feel nella serra di Villa del Grumello in via per Cernobbio, 11( qui si cucina il migliore pesce del lago), Materia in via Cinque Giornate 32 a Cernobbio. 

Tra le specialità di pesce da provare e con le quali incantare i vostri partner ci sono i lucci, le carpe, le anguille, i pesci persici, le trote. Anche se il pesce tipico del Lario- da provare assolutamente- è l’agone, da mangiare fresco, o fritto e messo in salsa di cipolle, timo e aceto. 

Passeggiate e itinerari Promessi Sposi

Il lago di Como è diventato famoso proprio grazie all’opera de i Promessi Sposi di Alessandro Manzoni. Tantissimi sono gli innamorati, ma anche i semplici curiosi e gli amanti della natura, che hanno provato a ripercorrere le tracce dei luoghi manzoniani.

Tra i numerosi sentieri percorribili in prossimità del lago c’è il sentiero del viandante, particolarmente battuto in autunno dai fotografi amatoriali che beneficiano dei colori autunnali e delle case di pietra. Il sentiero attraversa i borghi di Abbadia Lariana, Varenna, Dervio e Colico che regalano istantanee paesaggistiche meravigliose della riva orientale del lago di Como. 

Cosa fare sul lago di Como in coppia

Sul lago di Como si sta una bellezza e chi cerca una fuga romantica, lontana dal Covid e dallo stress della pandemia, farà bene a rifugiarsi qui dove potrà godere del microclima di tipo mediterraneo mite anche in inverno. E la felice condizione climatica favorisce una vegetazione ricca di fiori coloratissimi e di alberi esotici che caratterizzano le vari ville di lusso che circondano il lago.  

Bellagio centro

Bellagio cosa vedere 

Questa splendida cittadina si trova proprio sulla ramificazione del lago di Como ed è raggiungibile dopo una piacevole traversata in battello. È una perla luminosa sul promontorio centrale del lago.

La strada da percorrere è piuttosto stretta, ma una volta giunti in questo incanto si è rapiti dalla cascata tra le rocce, ovvero l’Orrido di Nesso. Non solo scorci impareggiabili da ammirare, ma anche un meraviglioso giardino all’inglese, vicolo stretti e scalinate, negozietti deliziosi e ville prestigiose da visitare come Villa Serbelloni e Villa Melzi.

Bellagio lago di Como

Un San Valentino romantico e senza tempo per chi sceglierà di celebrare l’amore nel luogo in cui si consumò la più grande storia d’amore della storia della letteratura italiana. 

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *