TUTTE LE NOTIZIE

Perché viene mal di testa? Ecco le possibili cause

come viene il mal di testa

Mamma mia che mal di testa come un martello! Quante volte ce lo siamo detti, stringendoci le tempie tra le mani in cerca di sollievo? Troppe. Secondo l’ International Headache Society ci sono tre tipi di cefalea: tensiva (riguarda il 90% dei casi) che è come un peso, una contrazione che dai muscoli della testa arriva a quelli del collo, segue l’emicrania che fa pulsare la testa e provoca senso di nausea e vomito, spesso anche fotosensibilità, che si accompagna ad alterazione dei sensi e del linguaggio, infine c’è la cefalea a grappolo che è molto più dolorosa e dipende dalla dilatazione dei vasi sanguigni della testa.

Mal di testa come avviene

Ogni giorno, milioni di italiani (28-30 milioni per avere un’idea ) soffrono di sinusite, insonnia, stress e stipsi che danno luogo a mal di testa. Come togliere il mal di testa o emicrania? Prima di tutto va modificata l’alimentazione: mangiare troppo e più del dovuto, masticare in eccesso e velocemente, ma anche assumere troppo glutine o lattosio, possono facilitare la comparsa delle cefalee. C’è da dire che il mal di testa può essere ereditario, nel senso che si è geneticamente predisposti a soffrire di queste infiammazioni. In tal caso meglio approfondire con una visita specialistica. Perché viene il mal di testa dopo aver bevuto qualche bicchierino di troppo?  Non dimentichiamo che quando beviamo alcool in quantità esagerate nel nostro organismo tutto rallenta e poi anche perché negli alimenti fermentati (tra questi gli alcolici) c’è la tiramina, un composto che abbonda nei cibi industriali, nelle carni lavorate, nel caffè, nelle banane troppo mature e questa sostanza, assunta in dosi eccessive, può generare il mal di testa.  Da non sottovalutare anche l’effetto dei dadi da brodo ricchi di glutammato.

Cosa prendere per l’emicrania?

E allora come depurare l’organismo da tutte queste sostanze assunte inconsapevolmente e così dannose per il nostro organismo? Gli esperti consigliano di assumere a digiuno tutte le mattine succo di limone diluito in acqua. Alle volte il mal di testa è provocato da una eccessiva stipsi: quando ciò si verifica bisogna correre ai ripari assumendo più fibre e legumi. La carenza di vitamina B influisce sul ciclo del sonno e una notte senza dormire può generare fastidiose cefalee diurne.

Altra tipologia di cefalea è quella provocata dalle allergie e da sinusiti che chiudono le vie aeree. C’è chi ricorre alla medicina Ayurveda per liberare le vie respiratorie, sebbene siano efficaci, richiedono però più tempo per alleviare i dolori alla testa. Oppure, un modo per stimolare endorfine e combattere il mal di testa è andare a correre per una trentina di minuti al giorno. La cefalea ha sia una componente emotiva sia una fisica, come un’alterazione del flusso sanguigno, una scarsa funzionalità del fegato e accumulo di metalli pesanti.

Perché quando mi abbasso ho mal di testa? Domanda lecita per chi si alza di scatto o cambia posizione. Una spiegazione c’è. L’Atlante fuori posto. Tra le soluzioni per combattere la cefalea c’è la correzione dell’Atlante, che una volta tornati in posizione corretta non danneggia più l’afflusso e il deflusso del sangue verso il cervello, il miglioramento della postura determina una diminuzione significativa della cefalea. Anche praticare lo yoga e la meditazione può aiutare contro l’emicrania. Tra i rimedi naturali si può assumere zenzero contro l’emicrania.

Molti però non sanno che il mal di testa potrebbe essere un sintomo di depressione: per questo è molto utile avere un diario sul quale annotare i malesseri quotidiani associati a questa patologia, elencando il tipo di dolore, la intensità e la sua durata. In questo modo lo specialista avrà un quadro più chiaro sulla natura e sulla tipologia di mal di testa che affligge il paziente e saprà trovare la soluzione più adatta ed efficace.

Neurite ottica da stress sintomi

C’è anche un altro tipo di mal di testa, quello che viene per infiammazione del nervo ottico, ovvero la neurite ottica da stress. I primi sintomi di questo disturbo comportano perdita improvvisa della vista da un solo occhio ed aumento del dolore.

Le cause sono da ricercarsi nel sistema nervoso centrale, perché spesso nasce da una compromissione della mielina provocata dalla presenza di un tumore, o dal diabete, o prima avvisaglia della sclerosi multipla, ma può avvenire anche in seguito a parotite,morbillo, rosolia ed herpes zoster.

Quando fare una visita oculistica

Niente allarmismi, la mossa più intelligente da fare è recarsi dall’oculista e sottoporsi ad accertamenti più approfonditi come risonanza magnetica al cervello e analisi del sangue. Soprattutto se il disturbo non passa dopo due settimane.

Inoltre, l’occhio colpito da infiammazione vede i colori sbiaditi e in modo sfocato. Tra le altre avvisaglie di neurite ottica c’è anche la visione di fosfeni, cioè di luci lampeggianti e macchie nel campo visivo, note come mosche volanti.

Mal di testa frontale cosa lo provoca?

Il mal di testa spesso è frutto di affaticamento della vista. Nell’era della tecnologia i nostri occhi sono sempre più esposti ai raggi luminosi emessi dai pc e dagli smartphone e può accadere che una lettura prolungata degli schermi dei tablet o dei telefonini porti ad una infiammazione del nervo ottico.

I sintomi del mal di testa frontale sono simili a quelli di una comune emicrania, però sono più intensi quando derivano da disturbi ottici come astigmatismo.

Per prevenire dolori di questo genere è opportuno fare una pausa dagli schermi luminosi di tanto in tanto, oppure sarebbe buona regola indossare degli occhiali scuri quando si scrive troppo al pc.

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.