TUTTE LE NOTIZIE

Le cinque migliori feste di Carnevale in Italia

Le cinque migliori feste di Carnevale in Italia


Il Carnevale, ormai, si è affermato come la festa delle feste, quella che i bambini aspettano ogni anno con ansia e trepidazione, ma non solo.

Le feste di Carnevale, infatti, rappresentano una ricorrenza piena di colori che si pone in contrasto con il grigio dell’inverno. Questa ricorrenza annuale è in grado di portare gioia e positività a tutti e, non a caso, si è piano piano diffusa in lungo e in largo in tutto il nostro Paese, proprio per dispensare un po’ di sano divertimento.

La festa presenta tradizioni storiche e radici pagane che ci spiegano come, in questa giornata, chiunque può essere ciò che non è ed è per questo che ormai è amata anche dagli adulti. Quest’anno i festeggiamenti inizieranno a partire dal 28 febbraio, ovvero il giovedì grasso e termineranno il 5 marzo, il martedì grasso.

In ogni caso, di seguito vedremo quali sono le 5 migliori feste di carnevale in Italia e come queste nascono. Come anticipato, infatti, il Carnevale si è ormai diffuso in ogni angolo d’Italia e rappresenta una ricorrenza a cui nessuno può rinunciare. Alcune città lo festeggiano in maniera più estrosa di altre ed è per questo motivo che è curioso vedere come si svolgono i festeggiamenti di Carnevale nelle diverse città d’Italia.

Carnevale di Venezia

Il più celebre in Italia e nel mondo è sicuramente il Carnevale che si svolge ogni anno nella città capoluogo del Veneto. Questa festa di Carnevale si distingue dalle altre per la ricchezza dei costumi indossati da chiunque varca la soglia dell’ingresso della città.

Le cinque migliori feste di Carnevale in Italia

I costumi rappresentano una nota positiva che si aggiunge alla bellezza della città eterna tanto ammirata da tutto il mondo. Non a caso, migliaia e migliaia di turisti ogni anno affollano la città per assistere dal vivo a tutti gli spettacoli legati alla tradizione della ricorrenza e in particolare per il rilievo che viene dato alla giornata del Giovedì Grasso, quella che dà inizio ai festeggiamenti.

In ogni caso, la manifestazione si concentra a Piazza San Marco, ma gli eventi che si concentrano sul rievocare la storia della città hanno luogo in ogni angolo della stessa. A questo scenario si aggiungono le normali celebrazioni fatte con maschere e coriandoli, sempre al centro dell’attenzione dei più piccoli.

Inoltre, i festeggiamenti vengono sempre anticipati dallo spettacolo serale svolto sul Rio di Cannaregio: si tratta di uno spettacolo in maschera effettuato, quest’anno, da più di 700 vogatori e rappresenta uno dei momenti più salienti ed attesi di tutta la manifestazione. Non è un caso se sono attesi più di 11000 spettatori.

Il Carnevale di Venezia, inoltre, nasce da tradizioni locali molto antiche che si mischiano con diversi personaggi della commedia d’arte. Non a caso, i personaggi caratteristici del Carnevale Veneto sono proprio Colombina e Arlecchino.


Le cinque migliori feste di Carnevale in Italia

In virtù di queste tradizioni storiche, inoltre, verrà svolta anche la Festa delle Marie per rievocare il momento in cui il doge donava a dodici ragazze, belle, povere e in età da marito, degli abiti e dei gioielli.

Il giorno dopo verrà svolto il famoso Volo dell’Angelo a cui assisteranno, si prevede, circa 20000 persone. Il volo consiste in una discesa aerea effettuato da un acrobata mascherato da angelo partendo dal campanile di San Marco fino ad arrivare alla piazza sottostante.

I festeggiamenti verranno conclusi con il Volo dell’Aquila, il giorno del Martedì Grasso.

Carnevale di Ivrea

Il Carnevale di Ivrea è il più celebre delle feste di carnevale della regione Piemonte. Ciò che lo ha reso così famoso è sicuramente la cosiddetta Battaglia delle Arance: evento di tre giorni in cui varie squadre di aranceri a piedi ed altre che si posizionano su differenti carri trainati da cavalli si sfidano tra loro a colpi di arance nel centro storico e nelle varie piazze più importanti della città.
Questa ricorrenza si ispira ad un fatto storico realmente accaduto in cui la città si ribellò alla tirannia a cui era sottomessa grazie al gesto simile di una mugnaia che scatenò la conseguente rivolta popolare.

Tutt’oggi, infatti, la vezzosa mugnaia è proprio la maschera simbolo del carnevale di questa città e simboleggia la libertà e l’eroismo. Questa battaglia è accompagnata da una sfilata di carri allegorici accompagnati dal suono di musiche folkloristiche locali suonate da Bande dei Pifferi e Tamburi.

Il pubblico è solito indossare il cosiddetto berretto frigio, marchio di eporediesità, durante lo svolgimento dello spettacolo.

La sfilata dei carri, dunque, oltre a riprodurre questa rivolta antica, è in grado di ricostruire anche il contesto storico, riportando la città ad una situazione medievale. Il carro più atteso e famoso è sicuramente quello della Vezzosa Mugnaia a cui seguono poi i vari Carri da Getto da cui verranno lanciate le arance.

Infine, una volta terminata la battaglia delle arance, la vittoria verrà decretata da una commissione speciale che osserva e giudica l’intera battaglia in cui fanno da protagonisti la tecnica, la passione e il rispetto.

Carnevale di Cento

Questo carnevale si svolge nella tradizionale cittadina in provincia di Ferrara. Ad oggi, i carri realizzati da 6 società carnevalesche per l’occasione sono tra i più famosi e belli al mondo proprio per la loro bellezza unica. Ai classici festeggiamenti si uniscono il folklore, l’amore per la storia antica, l’attualità e soprattutto l’orgoglio cittadino che vanno a creare insieme un mix da non perdere durante tutte le feste di carnevale.

Le società sopracitate portano dei nomi davvero bizzarri e hanno reso celebre la festa di Cento tanto da fare un gemellaggio con il celeberrimo carnevale di Rio de Janeiro nel 1993. Nel tempo, questa è diventata una vera e propria partnership che si è sempre più consolidata: non a caso il carro vincitore della festa di Cento ha l’onore di sfilare anche nel Sambodromo di Rio stesso. Si tratta dell’unica città al mondo ad avere un privilegio simile.

I carri, ovviamente, rappresentano il risultato di un lavoro che inizia tanti mesi prima e a cui partecipano migliaia di volontari. Non è scontato dire che si tratta di strutture enormi che possono presentare fino a 20 metri di altezza e 6 di lunghezza.

Carnevale di Fano

Il carnevale di Fano è quello che caratterizza la ridente regione delle Marche e rappresenta una delle feste di carnevale più antiche d’Italia.

Fano, infatti, è stata tra le prime cittadine a festeggiare in maniera particolare la ricorrenza del Carnevale e ancora oggi lo fa in maniera davvero esclusiva. Alla classica sfilata dei carri, infatti, si unisce anche il famoso getto dei dolcini divenuto un vero e proprio rito tipico di questi festeggiamenti.

Non a caso, la tradizione dei festeggiamenti si unisce, ogni anno di più, al potere dell’innovazione che rende la festa sempre unica nel suo genere.


Le cinque migliori feste di Carnevale in Italia

In particolare, i corsi mascherati sono accompagnati da vere e proprie bande musicali che suonano la musica arabita. Quest’ultima non è altro che la melodia tipica del carnevale fanese, suonato sin dall’antichità dal popolo con strumenti improvvisati con la popolazione locale, la quale si dilette anche in balli tipici.

I carri allegorici che sfileranno per le strade sotto una pioggia di coriandoli sono fatti di cartapesta e sono soggetti ad un lavoro che può durare anche 4 mesi. I vari carri sono guidati dal Pupo, maschera principale di questa ricorrenza. Come anticipato, durante la sfilata vengono gettati dolci e caramelle di ogni tipo dai carri. La sfilata, poi, si conclude con il rogo del Pupo nella giornata di giovedì grasso.

Carnevale di Viareggio

Il Carnevale di Viareggio viene svolto nella città di Versilia ed ogni anno offre uno spettacolo di colori, maschere, musica e divertimento a cui grandi e piccini non possono resistere.

Migliaia di turisti, infatti, ogni anno affollano la città per ammirare la sfilata dei carri allegorici che si svolge nel corso dei cinque giorni con il mare sullo sfondo, in onore delle feste di carnevale. A dare inizio ai festeggiamenti sono sempre tre colpi di cannone che provengono dal mare.


Le cinque migliori feste di Carnevale in Italia

La maschera ufficiale della festa è Burlamacco, caratterizzata dal suo vestito a scacchi rosso e bianco, come quello di Arlecchino.

La particolarità delle altre maschere risiede nel fatto che ogni anno vengono portati in scena personaggi di attualità o appartenenti ad un tema di satira politica. Inutile dire che anche in questo caso i carri sono soggetti ad un lavoro lungo tanti mesi.

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.