Come preparare la valigia perfetta in poche mosse

Valeria Russo
no comments

Fare la valigia non è mai semplice, non è vero? C’è sempre l’ansia di aver dimenticato di portare qualcosa, spesso le borse straripano di vestiti inutili e scarpe a volontà, tanto che il trolley o i borsoni faticano a chiudersi. Quante volte vi siete seduti su una valigia chiedendo aiuto al vostro partner o all’ amica di turno per chiudere la cerniera? Eppure, nonostante le mille sudate la voglia di partire non passa mai. E così, armandosi di un po’ di pazienza e di buon senso, magari rinunciando al superfluo, si può preparare la valigia perfetta senza correre il rischio di dimenticare qualcosa.

La prima cosa da fare è organizzare una check-list sulla quale annotare tutto quello che potrebbe servire. Se si parte per mete di mare è da segnare subito costumi, copricostume e parei a volontà, anche perché cosa potreste mai indossare tutto il giorno? E se invece si preferisce la montagna, allora il discorso cambia: andrà considerato il numero di giorni da trascorrere fuori e, non dimenticando che l’escursione termica tra giorno e notte sarà maggiormente elevata, bisognerà inserire qualche giacca di jeans o un golfino di filo per evitare di “gelare” durante una passeggiata sotto le stelle tra i sentieri di montagna.

Cosa mettere in valigia?

C’è chi preferisce fare la valigia la sera prima della partenza, ci sono gli ansiosi che amano preparare i bagagli almeno una settimana prima e così facendo qualcosa davvero la dimenticano, c’è chi invece compilando delle liste, segna mano mano quello che inserisce nel trolley. Di solito le prime cose da mettere in valigia sono: mutande, slip, culottes (almeno una per giorno che si trascorrerà fuori), calzini, reggiseni (anche qui meglio abbondare, tanto hanno il loro scomparto nella zona a retina con cerniera nei migliori trolley), pigiama, ciabattine, almeno una decina di ricambi (pantaloni,magliette, abiti da sera, costumi, giacche, golfini) se la vacanza dura più di una settimana. E le scarpe? Ebbene, bisognerà fare una scelta strategica: partire con le scarpe chiuse, allacciate, pesanti, da trekking o il modello converse per far sì che in valigia resti posto almeno per i sandali.

come preparare la valigia

Preparare la valigia senza stress

Superato questo scoglio del trolley (le cui misurano variano da quello da stiva, ottimo per le partenze in aereo, a quello medium per le vacanze di una settimana, a quello extralarge che può contenere quasi metà guardaroba estivo!) è utile organizzare una check-list a parte per il beauty. E quindi deodoranti, shampoo, bagnoschiuma, spazzolini etc dove li mettiamo?

Ci sono due alternative: un beauty case da inserire strategicamente sul trolley, che si trasporta con grande praticità, se si deve correre all’aeroporto o a prendere un treno; altrimenti meglio puntare su uno zainetto capiente e funzionale. Una raccomandazione, però: tutti i prodotti da bagno possono facilmente fuoriuscire dalle confezioni e riversarsi nello zaino, pertanto meglio inserirli prima in una bustina di plastica trasparente (la si può comprare in profumeria o nei migliori supermercati) per stare tranquilli che ogni cosa resti al suo posto. E così, se nello zaino resta ancora posto, si possono aggiungere anche caricabatterie, macchina fotografica, cellulari, documenti, libri, trucchi, rasoi, spazzola e phon, piastra per capelli e non dimenticate mai un piccolo ombrello, cerotti e disinfettanti, medicine per la pancia e per il mal di testa…non si sa mai, meglio essere previdenti.

Non c’è una scienza esatta su come fare la valigia, ma sicuramente aiuta sapere in anticipo cosa portare in viaggio. E quando preparare la valigia? In genere è meglio anticiparsi di due giorni, così da poter comprare quello che manca da aggiungere e da avere il tempo necessario per riconsiderare alcuni abiti inseriti impulsivamente, che magari potrebbero non servire.

E una volta cancellata l’ultima voce della check-list non resta che partire sereni…buone vacanze!

Categories:

About Valeria Russo

Giornalista Pubblicista...“curiosa al punto giusto”. Amante dei viaggi e della cucina. Come reporter ha esordito sul quotidiano Il Roma nel novembre del 2007. Ha collaborato con testate on line come: NapoliVillage.it, Julie News, NapoliToday.it, il Mattino, HuffPost, Blasting News. E' sempre “on the road” a caccia di verità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *