Home » web tips » Come diventare travel blogger professionista in pochi step

Come diventare travel blogger professionista in pochi step


come diventare travel blogger professionista


Ormai tutti viaggiano e fanno foto su Instagram. Tanto che ti sei domandato come diventare un travel blogger professionista di viaggi e fare di una passione un vero e proprio lavoro? In fondo cosa ci vorrà mai? Sai scattare belle foto, ami viaggiare, non ti fai problemi ad affrontare jet leg e cambi di temperatura. E allora? Cosa ti manca? Tutti siamo bravi ad aprire un blog di viaggi e a definirci traveller blogger, ma in realtà non è tutto oro quello che luccica. 

La vera domanda è come diventare blogger e guadagnare subito mille euro al mese? Sembra il remake di una vecchia canzone “se potessi avere mille lire al mese…”. 
Ironia a parte, puoi arrivare al tuo obiettivo comprendendo prima di tutto che significa blogger.

Come si diventa blogger 

La realtà è un’altra: viaggiare piace a tutti, ma non tutti diventano travel blogger di successo e fanno soldi. C’è chi i viaggi se li paga con i propri risparmi, chi invece elemosina una camera in cambio di un po’ di pubblicità sul proprio blog e chi, invece, fa di questa passione una vera professione, investendoci forze, tempo e professionalità. Tutto per diventare blogger di successo. Se ti chiedi Come diventare una blogger in poco tempo, allora ascolta be

ne quello che sto per dirti: devi armarti di tempo, pazienza e buona volontà. Per scrivere bene bisogna documentarsi, non basta appuntare impressioni e ricordi, va fatta anche ricerca delle keywords giuste in ottica SEO  e bisogna imparare anche le basi della fotografia per trasformare un semplice scatto in un capolavoro di colori e di emozioni. Sei pronta a fare tutto questo? Se la tua risposta è positiva, allora prosegui.  

travel blogger regole

È nata una nuova figura di viaggiatore che si informa attraverso il web e annota novità e posti da scoprire sul proprio blog andando ad arricchire quell’enciclopedica conoscenza online da cui lui per primo ha attinto. Questo vuol dire lavorare come travel blogger.

Corsi per diventare travel blogger   

Esiste un corso per diventare traveller blogger e guadagnare subito? Segnatevi questa data: Roma dal 15 al 18 febbraio 2021 all’ Istituto Europeo del Turismo ci sarà un corso full immersion che formerà i futuri viaggiatori professionisti a trecentosessanta gradi. Sono ammessi solo 18 partecipanti e per i prezzi bisognerà inviare una richiesta sul sito istitutoeuropeodelturismo.com

Nel frattempo, posso darti qualche consiglio e suggerimenti su come diventare travel blogger professionista : non è necessario partire per 365 giorni all’anno. Così sarebbe un vero sfinimento fisico e mentale. Viaggiare deve arricchire, non annullare la persona che viaggia. Ogni esperienza, ogni weekend fuori porta, ogni esplorazione in giro per la propria città rappresenta un modo per trasformarsi in un travel blogger.

Possiamo quantificare il guadagno di un travel blogger? La risposta è no. Perché? Ogni travel blogger ha un suo modus operandi: c’è chi punta sulla pubblicità, chi lavora con affiliazioni, chi realizza guide di viaggio a pagamento, chi risponde a richieste di proloco o di hotel e strutture turistiche.

Un bravo travel blogger riesce a guadagnare dai 100 ai 1000€ in poco tempo. Ovviamente, più aumentano followers e lettori, più aumentano gli ingaggi e le richieste da parte di inserzionisti e di alberghi.

L’importante è essere umili ed onesti: non recensire in modo positivo e poco veritiero località o strutture in condizioni pessime solo perché si agogna al pagamento della parcella. 

Chi è un blogger o travel blogger

Il blogger è un esploratore, mosso da curiosità e passione per la scrittura, che parla ad una propria nicchia di riferimento. Il blog è uno strumento che può aiutare a creare una brand reputation del blogger, ma comporta anche dei costi annuali, quali: la registrazione del dominio, l’acquisto e l’aggiornamento dei plugin, il pagamento delle licenze fotografiche (ecco perché è importante imparare le basi della fotografia! Scattando foto bellissime da soli non occorre cercarle sul web ed acquistarle su Istock o da altri fotografi professionisti) e non solo.

il mantra del travel blogger

Chi decide di intraprendere questa strada dovrebbe aggiornarsi ogni anno sulle novità del web e degli algoritmi di Google, fare dei corsi online che aiutino a conoscere meglio le strategie del content marketing, del blog planner e della link building. È bello scrivere e saperlo fare anche bene, ma se non conoscete bene le tecniche seo per posizionarvi ai primi posti della Serp di Google, allora meglio lasciar perdere. 

Come guadagna un traveller blogger

Viaggiare non è gratis. Quando si intraprende questa carriera di traveller professionale per Instagram e altri canali social bisogna avere le idee chiare fin dall’inizio.

Non basta iniziare a creare dei contenuti sui propri viaggi e sperare di essere contattati dal primo albergatore che capita sul vostro blog. Fare il blogger di viaggi è una professione che si costruisce giorno per giorno:

  • Devi essere più bravo degli altri
  • Devi saper scattare delle belle foto
  • Devi scegliere destinazioni interessanti e poco note
  • Devi procurarti lattrezzatura da travel blogger
  • Devi curare costantemente il tuo blog con lo storytelling
  • Devi creare una lista di contatti con proloco, alberghi e associazioni territoriali legate al turismo

Costruisci il tuo pubblico

I viaggiatori 2.0 non si accontentano più della semplice guida cartacea, per quanto bella possa essere. I travel bloggers diventano quindi promotore di esperienze turistiche attraverso lo storytelling, cioè il raccontare il viaggio mentre lo vive.

Ormai, il web è invaso da persone che si improvvisano travel bloggers, ma non basta vivere viaggiando e scattare foto amatoriali. Queste possono essere solo le basi da cui partire. E’ fondamentale individuare il proprio target di viaggiatore, che diventerà anche il tuo lettore affezionato. La prima domanda da porsi è: perché mi dovrebbero leggere? Cosa offro in più rispetto alla guida turistica?

Partecipa a blog tour

Molte ragazze si chiedono come diventare una blogger famosa e guadagnare con in proprio blog di viaggi. Bene, uno dei modi per far conoscere il proprio blog e per farsi conoscere nel mondo del travel blogging è partecipare ai blog tour. Di cosa si tratta?

Il blog tour è un ottimo strumento di marketing: un viaggio di gruppo, una gita organizzata per soli blogger, che promuove un territorio o una destinazione turistica. Un press tour, se vogliamo essere più precisi.

l’educational tour o blog tour, di solito, propone una destinazione poco conosciuta anche agli stessi travel blogger partecipanti per garantire la genuinità dello storytelling che ne verrà fuori poi sul blog.

Si guadagna partecipando ad un blog tour? La risposta è: sì, naturalmente! Chi viene contattato per aderire ad un’esperienza di viaggio di questo tipo viene remunerato dai 200 ai 700 euro al giorno, vitto e alloggio compreso.

Il paese della Cuccagna, direte voi! E’ un do ut des, in realtà, perché se è vero che il traveller blogger ha carta bianca nel suo viaggio di gruppo, dall’altro lato deve garantire condivisione delle esperienze di viaggio su tutti i propri canali social (Instagram, Facebook, Youtube, TikTok etc…), la pubblicazione di un fotoreportage di qualità sul proprio blog e tutta una serie di strategie di infomercial da non trascurare per veicolare la promozione territoriale al meglio.

Lavorare come travel blogger richiede anche un grande spirito di sacrificio (si è sempre su un treno o su un aereo, ma anche sulle navi), capacità di adattamento e spirito d’avventura.

Come si guadagna con un blog di viaggi in sintesi

Tra i vari modi di guadagnare come travel blogger vi consiglio di annotare questi:

  • Inserire post sponsorizzati sul proprio blog o guest post
  • Partecipare a viaggi stampa e blog tour
  • Vendita di servizi SEO, materiale fotografico di qualità e influencer marketing
  • Inserimento di banner pubblicitari
  • Creazione e promozione sul proprio blog di viaggi di eventi e progetti legati ad un territorio

Diventare travel blogger conviene?

Quando ho iniziato a scrivere un blog confondevo questa tipologia con l’articolo di giornale, ma ben presto ho compreso quanto studio e passione ci vogliono per continuare a fare sempre meglio.

Il mantra del travel blogger è :

Viaggiare sempre, anche quando te lo rendono impossibile

Ho iniziato a viaggiare per hobby, poi è successo che scrivendo il diario di viaggio sono stata contattata da strutture alberghiere e proloco interessate ad avere un reportage di foto e un articolo personale sull’esperienza vissuta. E in poco tempo, ho trasformato la mia passione per la scrittura in un lavoro. Non aspettatevi grandi cifre all’inizio, ringraziate se vi diranno “grazie del bel lavoro” e pazientate. Quando si scrive in modo professionale, ma senza tralasciare i sentimenti, il lavoro ripaga sempre.

Fare travel blogging comporta che convivano nella stessa persona le competenze di viaggiatore, scrittore, editore, fotografo, esperto SEO.

E poi c’è da considerare che come viaggiatore professionista con introiti di 1000 euro a settimana, alle volte anche 500 euro al giorno, dovresti pagare le tasse.

Se i guadagni superano le 5mila euro l’anno e si svolge questa attività in modo continuativo- dunque non solo come hobby nei week-end- non basta più fare ricevute di prestazione occasionale, ma è doveroso aprire la partita IVA e affidarsi ad un bravo consulente del lavoro per trovare un modo di avere agevolazioni fiscali.

Ecco come diventare travel blogger di professione. In bocca al lupo a tutti voi!

Curiosità? Vuoi saperne di più?


Chiedimi tutto nei commenti qui sotto! Ti rispondo volentieri.

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *