Home » Casa Idea Stile » Scopri come fare l’ orto sul balcone

Scopri come fare l’ orto sul balcone

orto sul balcone di casa

Ho sempre desiderato avere un orto sul balcone, ma non avevo mai provato a crearne uno tutto mio, fino alla scorsa estate.

Per realizzarne uno tutto vostro non serve tantissimo spazio, ma può bastare anche un balcone o un terrazzo. 

Meglio innestare le piantine già sviluppate piuttosto che i semi, perché difficilmente in vaso questi potranno attecchire. Mi sono documentata e sono partita verso la mia nuova avventura nel mondo del pollice verde. 

Così, ho dato una sbirciata in giro e ho valutato i costi delle piante e delle eventuali strutture da acquistare, iniziando passo, dopo passo, piantina dopo piantina, a realizzare un orto nel balcone della mia cucina: è davvero spettacolare e lo adoro.

Cosa serve per avere un orto sul terrazzo?

E non ho speso una fortuna! Inoltre, uno dei vantaggi del coltivare in terrazzo è che posso avere sempre a portata di mano tutte le erbe aromatiche e gli ortaggi che desidero cucinare. 

La coltivazione sul balcone richiede appositi vasi per orto in terrazzo. C’è chi utilizza dei cassoni in legno e chi preferisce delle strutture verticali in legno verniciato di bianco, che fa molto shabby chic. Infatti, ho optato per questa soluzione, che meglio si adatta alla struttura del mio balcone.

E così posso permettermi di darti qualche dritta su come fare un orto sul balcone, dopo averlo sperimentato in prima persona. Ci sono un po’ di cose da considerare prima di iniziare a creare un orto sul terrazzo:

  • ci vuole pazienza
  • ci vuole costanza
  • un po’ di spazio e una buona esposizione del balcone

La parte più importante è sicuramente la scelta del terreno da utilizzare: sul fondo mettiamo sempre dell’argilla espansa, poca ma regolare.

E a questo punto possiamo versare al di sopra dell’argilla un terriccio specifico per ortaggi e perlite (si tratta di una roccia vulcanica che serve a idratare meglio il terreno).

Mescoliamo bene gli elementi e quindi innestiamo le nostre piantine, facendo attenzione a lasciare spazio tra una e l’altra. Le piantine si possono acquistare in mono vasetti presso appositi vivai o al supermercato. Una volta piantate le erbe aromatiche e gli ortaggi, bisognerà stare attenti ai fusti delle piantine per evitare che possano spezzarsi al vento.

E’ utile piantare un bastoncino a cui legare il fusto per permettere alla pianta di crescere dritta e sana. Agli ortaggi va data acqua una volta al giorno. Se usate un terriccio nuovo va bene lasciarlo così com’è , ma se il terreno utilizzato ha due o tre anni, meglio mischiarlo ad un po’ di concime per ortaggi. In questo modo migliorerà la produzione del raccolto. 

Come scegliere i vasi per l’orto su balcone

Una delle parti più divertenti nel realizzare un piccolo e delizioso orto in balcone è proprio la scelta dei vasi. Adoro quelli colorati e particolari, ma ognuno dovrebbe scegliere quelli più adatti al proprio progetto. 

Ancora più importante del vaso è la terra al suo interno dato che proprio quest’ultima forma l’ambiente vero e proprio in cui si sviluppa la pianta e da cui essa trarrà nutrimento.

La prima cosa da valutare è sicuramente la posizione di esposizione delle piante. In base a quest’ultima possiamo decidere che cosa coltivare. Un luogo luminoso ma ombreggiato può andar bene per la coltivazione di pomodori. 

Il terreno va collocato a strati:

In generale, sono da preferire i vasi rettangolari con almeno 25 cm, meglio utilizzare i classici vasi in plastica ed in terracotta con i relativi sottovasi.

Coltivare in terrazzo cose da sapere

  • il sottovaso oltre a trattenere l’acqua, garantendo il risparmio idrico della pianta, aiuta a mantenere pulito il balcone. Inoltre si crea un microclima che permette alla pianta di crescere. 
  • argilla o sassi: sconfigge il marciume radicale. Non va riempito troppo, ma fino al piano rialzato del fondo vaso. Sparpagliateli in modo uniforme.
  • la messa a dimora del terriccio: la qualità del terreno è fondamentale per la buona resa della fioritura. Più è povero il terriccio e più le piante si ammaleranno e anche il gusto non sarà buono.
    Se hai una vaschetta nuova, compra un buon terriccio a base di nutrienti; se hai del terreno vecchio da rigenerare, puoi a metà gennaio utilizzare dello stallatico in sacchi, togliere un po’ della vecchia terra e mescolarlo con lo stallatico. 
  • Il terriccio così preparato va steso sul letto di sassi-argilla e sistemato bene con le mani. In ogni vaso c’è una cornice, consideratela come limite da non superare con il terreno. 
    Evitate i ristagni di acqua che provocano la nascita di funghi e altri infestanti delle piante. Un incubo da evitare. 

Sicuramente, non è semplice mantenere un orto sul balcone, soprattutto se ci si fa cogliere impreparati al cambiare delle stagioni. 

Se non disponete di un ampio giardino o di uno spazio verde, come c’è per le villette immerse nella vegetazione, potete lo stesso avere il vostro orto in vaso sul terrazzo. Ovviamente, bisognerà studiare bene gli spazi e optare per dei vasi singoli, ma abbastanza ampi e profondi, che permettano alla singola pianta aromatica, o all’ortaggio, di svilupparsi senza costrizioni. 

Anche l’ orto in terrazzo saprà regalarvi belle soddisfazioni, anche a livello di odori. Ecco come fare un simpatico orticello sul balcone.

orto sul balcone

Orto sul terrazzo come si fa

Non fatevi mancare piante di odori come il basilico, il prezzemolo ed il sedano, ma anche rosmarino, origano e salvia, timo. Un mix di sapori e di odori da utilizzare in cucina. 

Potete comprare dei vasetti di 10 cm di diametro in terracotta e decorarli con l’aiuto di vernici lavagna per apporre il nome dell’erba che piantate. Ecco come fare orto sul balcone con stile e creatività: colori, economia degli spazi, scelta delle coltivazioni. Il risultato è garantito. 

Come innaffiare le piante

Tra gli errori più comuni c’è quello di idratare troppo spesso– o in modo esagerato- le piantine, quando non è detto che bisogna innaffiare ogni giorno. Per essere sicuri che la pianta abbia bisogno di acqua, tastate con le dita il terreno prima di farlo: se è abbastanza umido, rimandate al giorno successivo l’innaffiatura.  Solo toccandole con mano capirete davvero come crescono le vostre piante.  

Sai già come arredare un giardino?

Un altro problema da considerare prima di coltivare in terrazzo o sul balcone è l’esposizione. Se il balcone è esposto a nord, meglio evitare ortaggi da frutto: pomodori,peperoni, peperoncini che sarebbero penalizzati dalle poche ore di sole. Se il terrazzo è sempre pieno di sole, allora il discorso cambia.

Cosa si può coltivare in balcone?

Per evitare che le piantine secchino, bisogna essere costanti nel bagnare i nostri ortaggi. E poi, per evitare il deposito di polveri sottili sulle piante, è consigliabile coprirle con del tessuto non tessuto.

Una volta raccolti, meglio lavare perfettamente gli ortaggi e i frutti con bicarbonato di sodio prima di mangiarli.

Come curare le piante dell’orto

Dopo aver piantato le aromatiche e gli ortaggi, è necessario non abbandonare l’orto a se stesso.

Personalmente, una volta a settimana controllo la crescita e concimo laddove è necessario. Esistono prodotti ad hoc per ogni tipo di pianta. Potete acquistarli online o su Amazon a prezzi convenienti e a rapida consegna.

Le piantine dell’orto vanno curate e potate prima dell’inverno. Hanno bisogno di assumere tutti gli elementi essenziali alla loro crescita. Un concime a base di sangue di bue è ottimo per farle crescere sane.

Le aromatiche vanno tagliate alla cima, così sarà più veloce la raccolta e non spenneremo la povera pianta. 

La mia esperienza di orto

Sono ormai quasi 10 mesi che ho costruito, passo dopo passo, il mio piccolo orto sul balcone con grande soddisfazione. Il lockdown è stato un momento propizio da dedicare a questo hobby, che mi accompagna da quando ero una bambina. 

Nel mio orto non mancano il basilico genovese e napoletano, il sedano (che ho ricavato dal sotterramento degli scarti di cucina), il prezzemolo, la salvia, il rosmarino e la menta. Di grande bellezza e gusto sono i peperoncini rossi, che utilizzo spesso per una bella spaghettata aglio, olio e peperoncino.

Avere un orto sul terrazzo è un vantaggio notevole in cucina! 

Lo consiglio anche a chi non si sente portato per il pollice verde.

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *