Home » web tips » Addio Facebook: tutto ciò che devi sapere sul social

Addio Facebook: tutto ciò che devi sapere sul social

addio facebook

Forse siamo pronti a dire addio Facebook. In che senso? Perché il mondo dei social cambia in fretta. Si evolve. Si rinnova. Facebook, invece, sembra essere bloccato nel tempo. 

Questo ha comportato una migrazione di massa della fetta giovane dei social verso altre piattaforme. E su Facebook? Sono rimasti solo gli over30. E chissà quanto resisteranno ancora i “meno giovani”.

C’è, però, chi difende il caro vecchio Facebook: è stato il primo social a vedere la luce, dando avvio al secolo dei Millennials. Ed è naturale che, dopo un inizio glorioso,  come tutte le cose, anche il social più famoso del mondo abbia intrapreso una parabola discendente.

Perché Facebook ha perso popolarità 

L’ addio Facebook ha avuto inizio con l’evoluzione di Instagram e di Tik Tok, due social ricchi di video brevi e divertenti, di filtri da sperimentare. La brevità e l’immediatezza ne hanno decretato il successo, anche senza avere la necessità di scrivere sempre tutto quello che si fa. 

Facebook sta morendo?

Forse, questo social network non morirà mai veramente. Avere la possibilità di mantenere i contatti con tantissime persone in giro per il mondo è uno dei fiori all’occhiello di Facebook. E poi c’è chi lo apprezza per la sua struttura multicanale, che lo rende un social perfetto per esplorare feed di giornali e magazine. 

I vantaggi di un profilo Facebook 

Chi crea un profilo su FB ha la possibilità di avere un backup della propria vita: foto, appunti, video, tag ed eventi. Chi ha iniziato a postare nel lontano 2006 non ha mai cancellato album di foto o pensieri in bacheca. È bello tornare a leggerli quasi 15 anni dopo e scoprire come sono andate in realtà le cose. 

Qual è il futuro di Facebook

Oltre ad essere ormai un canale di comunicazione e di aggiornamento in merito a notizie politiche e attualità in real time- tanto che i Governi lo hanno eletto loro canale preferito per aggiornare i cittadini- Facebook è anche una piazza di marketplace per la compravendita di oggetti nuovi ed usati.

E per questo Facebook ha puntato sulle pubblicità e sulla creazione di stanze per videolezioni e videoconferenze private.

Insomma, ce la sta mettendo davvero tutta a non morire come social tra i più giovani. 

È utile dire addio a Facebook?

Ognuno ha sempre postato di tutto un po’ in bacheca. Molti hanno creato vite inesistenti, fatte di apparenza e di ipocrisia  

Le foto di vacanze super e di serate divertenti sembrano quasi un lontano ricordo. In effetti, molte di quelle foto sono state costruite appositamente dagli utenti per far credere al proprio seguito di amici di essere persone felici e super fortunate. 

Quanti di voi avranno notato come pur scrivendo a moltissime persone, spesso definite amiche, davvero pochissime si sono dimostrate tali nel tempo.

E quei profili con migliaia di amici, in realtà, hanno ottenuto solo migliaia di “spioni” delle loro vite. 

Quante critiche, pettegolezzi e spesso diffamazioni e violazioni di privacy su FB. 

Eppure, Facebook sta resistendo. Sta cambiando. Cosa ci riserverà ancora?  

Dopo l’acquisto di Instagram e Whatsapp, Facebook si conferma un social solido e capace di investire sempre in nuovi campi. 

Quindi Fb crescerà e si adatterà al cambiare dei tempi, come dimostrano i numeri dei profitti e dello share di mercato. 

Il punto è che sempre più persone, anche over 18, hanno deciso di dire addio Facebook, stanche di gestire troppi dati e troppe informazioni.

Insomma, manca quel periodo in cui su Facebook si contattavano i vecchi compagni di scuola per viaggiare nel tempo

Attrarre i più giovani su un social sostanzialmente datato sarà sempre più difficile. 

Basti leggere l’opinione di alcuni utenti: “penso che diventerà la casa di riposo virtuale dei vecchi internauti”. 

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *