Napoli in fiore anche se piove

kermesse napoli in fiore a piazza dante

A Napoli continua a piovere, incessantemente. La primavera si fa attendere! Eppure, nemmeno la pioggia ha fatto desistere le migliaia di visitatori che lo scorso weekend hanno fatto visita al villaggio floreale di Piazza Dante per la prima edizione di Napoli in fiore, organizzato da SGP eventi e promossa da Piazze in fiore che da 20 anni organizza momenti floreali in tutta la Penisola . Maggio è il mese delle infiorate e anche nel capoluogo partenopeo si è voluto celebrare il potere dei fiori, che mettono di buonumore nonostante le bizze del meteo.

Napoli in fiore l’allegria dei colori

È stato bello passeggiare tra una distesa di rose rosse e gialle, rosa e piante di limoni arrivate direttamente dalla Sicilia. Tra la statua di Dante Alighieri e il Convitto Vittorio Emanuele un grande tappeto- meglio detto Oasi Verde, è stato allestito da Migliore Multiservizi SNC in 100 mq di prato verde- ha accolto curiosi e turisti affascinati dai colori delle fresie e dalla novità di una pianta delle coccole denominata “Toccami”.

La kermesse Napoli in fiore è stata accolta con grande entusiasmo dei napoletani e delle istituzioni, tanto che c’è stato chi ha proposto di trasformare piazza Dante in un appuntamento mensile con il mercato dei fiori.

Quale fiore regalare

I fiori sono esseri viventi molto sensibili, in quanto risentono delle emozioni di chi li sfiora. Le piante richiedono un grande amore e una grande attenzione per crescere bene e rigogliose.

Non c’erano solo floricoltori, ma anche apicoltori e artigianato di qualità, infatti l’obiettivo alla base dell’evento è stato anche la promozione della filiera a chilometro zero. Consigli su come coltivare le piante di gigli, fresie, ortensie, tulipani e primule e piante aromatiche sono stati dispensati agli amanti del pollice verde e a chi si avvicina alla prima volta a questo hobby intramontabile.

Chi coltiva fiori come antistress

Coltivare fiori fa bene all’umore e combatte lo stress, un po’ come la pet therapy, anche la flower therapy si dimostra efficace contro sbalzi emotivi e l’insorgere della depressione. Nella relazione con questi esseri intelligenti avviene un mutuo scambio di emozioni positive.

Chi accarezza un fiore ne irrobustisce lo stelo, ma sporcandosi le mani di terra, toccando le radici delle piante si stabilisce un contatto con la natura che riporta l’essere umano al suo habitat e risveglia nel cervello quelle parti sopite che attivano la produzione di buonumore.

Siamo come fiori a primavera

Lo sapevate che l’eremophila nivea è nota come pianta delle coccole? Personalmente, nonostante io sia una vera appassionata di giardinaggio, l’ho scoperto grazie a questo colorato weekend.

È denominata “toccami” questa pianta arbustiva apprezzata per il suo fogliame decorativo di colore bianco-argenteo e gradevolmente profumato, adatta alla coltivazione in piena terra e facile anche da allevare in vaso…

Bellissime le piante di rose che mi hanno avvolta con il loro intenso profumo e il loro affascinante aspetto rampicante.

La pioggia ci ha stancato, ma dopo una passeggiata in questo meraviglioso giardino urbano mi ha fatto pensare a quella celebre frase di Mario Andrea Rigoni

Bellezza delle piante − i soli esseri viventi in questo universo che non producono rumore né rifiuti.

Se Piazza Dante avesse un appuntamento fisso con i fiori e i suoi colori anche la città ne gioverebbe in buonumore ed ossigeno. Non trovate?

Follow:
Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La news del mese

Cosa vedere a Napoli? Pier Macchiè e le sue performance

Cosa vedere a Napoli? Pier Macchiè e le sue performance

Continua a leggere

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.