TUTTE LE NOTIZIE

Dieta: tutti schiavi della bilancia, vi svelo come dimagrire in fretta

dieta come farla

Dieta o Digiunare come Pannella? O mangiare solo alcuni alimenti per perdere peso? Siamo assillati nel quotidiano a provare nuove diete perché mancano pochi giorni alle vacanze al mare.

Quanti vestiti dell’anno scorso son rimasti non usati nei nostri armadi ancora con il cartellino del prezzo e non potranno essere indossati a causa di un improvviso aumento di peso. Inutile fare il mea culpa, essere golosi è una brutta cosa, ma è un peccato che fanno anche i prelati.

Dieta dell’ultimo minuto? 

Si mangia per nervosismo, per solitudine, per rabbia, ma anche per fame, soprattutto se si ha il diabete. Andare dal dietologo non basta,occorre una volontà ferrea di voler perder peso,poi se non si vogliono spendere tanti soldi per diete costose e pericolose basta guardarsi allo specchio ogni mattina, fare autostima e accettare alcuni difetti di nascita, perché se si vuole la perfezione, non la si troverà mai in nessun essere vivente.

Bisogna capire se le calorie che si assumono ogni giorno sono rapportate bene alla propria statura e al proprio stile di vita. Seguire un’alimentazione equilibrata significa dire di no ai frutti, no all’uso del sale,no ai carboidrati tutti i giorni, meglio verdure cotte a vapore, pesce ai ferri, carne bianca bollita o ai ferri, basta bibite gassate,no agli alcoolici,bere acqua naturale almeno due litri al giorno.

Dieta sana senza rinunce eccessive

Altro segreto per rimanere in forma è di evitare il pisolino pomeridiano,ma camminare almeno mezz’ora a piedi a passo svelto, questo discorso vale anche per gli anziani.

Verdure che fanno dimagrire

Cosa mangiare per dimagrire in fretta? E’ risaputo che le verdure sono le migliori alleate della linea, perché favoriscono la motilità intestinale ed aiutano a depurare l’organismo dalle tossine. Tra le verdure migliori per perdere peso in fretta ci sono:

-la lattuga, ricca di sali minerali e di  betaina e betacarotene, utile per l’abbronzatura, ha proprietà rilassanti e combatte l’ansia cronica. E’ ipocalorica e aiuta a saziare.

-i cetrioli, ricchi di acqua, svolgono una funzione diuretica che favorisce l’eliminazione della ritenzione idrica. Sono degli ottimi alleati contro il colesterolo cattivo.

-i broccoli, considerati dalla scienza alimentare degli alleati anticancro, contribuiscono a combattere la stitichezza, aiutando il sistema immunitario, proprio perché sono ricchi di antiossidanti. E’ meglio consumarli cotti a vapore in quanto mantengono integre le loro proprietà e sono più efficaci.

-i peperoni, ricchi di capsaicina, vitamine e minerali, consumati in grandi quantità aumentano la temperatura corporea favorendo il dimagrimento. C’è chi non riesce a digerirli, ma può aggirare l’ostacolo arrostendoli sulla piastra e privandoli delle bucce.

-i finocchi, freschi e gustosi, sono ricchi di calcio e vitamina C. Tra le loro proprietà ci sono il potere saziante, la riduzione dello zucchero nel sangue e la regolarizzazione dell’intestino.

Dieta dimagrante menopausa

Cosa mangiare dopo i 50 anni? Questo è il dilemma di un po’ tutte le donne che vanno incontro alla menopausa con spiacevoli vampate di calore, gonfiore eccessivo e tendenza a depressione. Ogni donna dovrebbe fare il pieno di calcio, ma anche di magnesiosilicio e boro. Questo bagaglio di sali minerali e vitamine A, vitamina C e vitamina D e vitamina K contribuirà ad aumentare l’assunzione di calcio e a proteggere così la struttura ossea, prevenendo il rischio di osteoporosi.

Ovviamente, questo non vuol dire darci dentro con mozzarella, formaggi e latticini a volontà altrimenti poi si avranno aumenti di colesterolo nel sangue. Per fare il pieno di calcio basterà mangiare più cavoli,rucola, fichi, cime di rapa, broccoli e sardine.

Tra i nemici delle donne in menopausa ci sono la caffeina che contribuisce ad eliminare il calcio tramite le urine (quindi i caffè vanno diminuiti, se non anche eliminati del tutto!) e l’alcool, il sale e le patate che distruggono le riserve di calcio nell’organismo.

dimagrire la pancia
Dimagrire pancia ecco come

Quando si inizia una dieta il primo obiettivo è quello di perdere la pancia. Non è sempre facile. O meglio, non è possibile farlo solo con la dieta, ma va associato anche dello sport, in particolar modo aerobica, addominali e molto stretching. Se nel giro di tre settimane a regime non riuscite ancora a vedere i risultati sperati, allora è il caso di rivolgersi ad un endocrinologo per appurare se ci sono patologie quali l’ipotiroidismo.

Come dimagrire le gambe

Altro punto critico del corpo femminile sono le gambe. A tutte, prima o poi, sarà capitato di vedere gli esterno coscia con delle protuberanze di grasso in eccesso note come culotte de chavalle. Molte ricorrono a rimedi estremi come liposuzioni e trattamenti d’urto che non sempre fanno bene.

Meglio scegliere un metodo naturale e sicuro per snellire le gambe, ossia fare attività fisica divertendosi: iscriversi ad un corso di ballo che favorisca la costante stimolazione di quadricipiti e glutei, oppure andare in bicicletta apprezzando il paesaggio della propria città, fare yoga o pilates, divertirsi con l’aquagym o una bella nuotata.

Come sempre è bene abbinare alla stimolazione fisica dei muscoli anche un corretto stile di vita a tavola. Per vedere i primi sicuri risultati sulle gambe è necessario eliminare prima di tutto il sale e dimezzare il consumo dei carboidrati, senza privarsene però. Infine, bere almeno 2 litri di acqua al giorno per sgonfiare il corpo dalla ritenzione idrica.

Cosa bere per digerire

A proposito di acqua, spesso accade che cambiando il proprio modo di mangiare il nostro apparato digerente ne risenta dando origine a reflusso gastroesofageo, bruciori di stomaco e senso di pesantezza pur avendo mangiato poco.

In questi casi bere acqua e limone caldo per digerire, consumare menta piperita o una tisana a base di finocchio possono contribuire a ritrovare una buona digestione. Un ottimo effetto digestivo è proprio dello zenzero, consumato in radice o in polvere.

Dieta dissociata esempio

Che cosa vuol dire dieta dissociata? Questo regime alimentare è stato proposto per la prima volta dal dottore William Howard Hay nel suo testo “Food Allergy” del 1931. Successivamente è stata oggetto di nuove rielaborazioni che hanno dato vita ad una strategia alimentare che favorisce la perdita di peso, migliorando sia il metabolismo sia la digestione.

La dieta dissociata prevede alcune semplici regole da seguire: mangiare i carboidrati a pranzo e il pasto abbondante; dopo le ore 16 la cena deve prevedere solo proteine, inserendo solo alimenti dello stesso tipo accompagnati da verdure. Infine, dolci e frutta vanno consumati lontano dai pasti principali.

Camminare, quali benefici?

Invece, per i più giovani l’unico consiglio per dimagrire, o per prevenire l’accumulo di grasso, è di evitare l’uso dell’ascensore, iscriversi ad una palestra o acquistare una cyclette da fare tutti i giorni nella propria stanza.

Volere è potere e a chi vuol vivere senza patologie basta rinunciare alla buona tavola per un po’…o almeno provarci!

Follow:
Share:

1 Comment

  1. New Style Life
    29 Maggio 2017 / 9:19

    Molti si Alimentano ma non si Nutrono comincia da qui il tuo sano Nuovo Style di Vita. Ciascuno di noi, a qualsiasi età, si può trasformare. Tutti desideriamo essere accettati, amati, apprezzati, rispettati, ammirati. Quando questi bisogni primari non vengono soddisfatti possono portare un’immagine negativa di noi stessi lasciandoci andare trascurandoci. Ti va di scoprire la differenza tra Alimentazione e Nutrizione? Inizia da qui: goo.gl/tLvKat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.