Spettacoli & Tv

Una mela al giorno non salva più, parola della scienza

mela-salute

Una mela al giorno non basta più per evitare il medico. Lo rivela uno studio di medicina che sfata l’antica credenza secondo la quale la mela sarebbe un potente antidoto ai malanni.
NEW YORK- Vita breve come gli altri, anche per gli amanti della mela “il frutto proibito della Creazione” dalle potenti proprietà anti-raffreddore. Un’analisi accurata condotta dai ricercatori della Dartmouth Medical School, poi pubblicato su JAMA Internal Medicine. Sebbene i nonni e ancor prima i bisnonni fossero certi che il consumo regolare di mele avrebbe formato uno scudo contro le malattie all’interno del corpo umano, la scienza oggi ha dimostrato, dopo aver trascorso 3 anni di osservazione su pazienti di varie età e di abitudini diverse, come la percentuale di chi non assume mele e non ricorre al medico è del 33% rispetto a chi invece ne assume, ovvero il 39% e allo stesso modo si ammala e dunque necessita di visita medica.

La mela fa evitare i farmaci, ma non guarisce

Lo studio ha inoltre rilevato che l’assunzione di una mela al giorno riduce il ricorso a medicinali e dunque al farmacista, piuttosto che al medico. In poche parole, anche se si consumano grandi quantità di questo frutto non si può fare a meno del medico e della prevenzione. Altri studi condotti ad Oxford e nel Michigan hanno però messo in evidenza le proprietà benefiche delle mele contro l’insorgere di obesità, del colesterolo cattivo e di ictus.

Mangiare una mela aumenta la libido nelle donne

Tra gli studiosi c’è chi avanza l’ipotesi che la mela contribuisca ad accrescere il piacere sessuale nelle donne. Lo studio americano mira a mettere in guardia sulla superficialità con la quale ci si rapporta all’alimentazione: bisogna seguire una dieta equilibrata e varia, senza eccessi. Se Adamo l’avesse saputo, forse non avrebbe accettato la mela da Eva…potere della scienza!

Share: