Fatti e misfatti

Torino, Bus 18: aggressione ad un’assistente alla clientela

aggressione-bus18

TORINO- E dopo i tragici fatti di cronaca, che lo scorso luglio hanno visto aggredito un 40enne a Genova, colpito a calci e pugni su un autobus da un branco di omofobi, la storia si è ripetuta anche a Torino, dove, questa volta, a farne le spese è stata un’assistente alla clientela GTT, mentre svolgeva il suo regolare servizio sul bus 18. La vittima è stata aggredita da un passeggero.

Aggressione immotivata, paura sul bus

“Episodi del genere sono inaccettabili”, ha dichiarato l’Assessore ai Trasporti Claudio Lubatti, “e condanno fermamente simili atti di prepotenza che sono espressione di inciviltà intollerabile da respingere con forza”. “Esprimo”, ha proseguito l’Assessore, “la massima solidarietà nei confronti dell’Assistente alla Clientela aggredita e di tutti i lavoratori che esercitano con generosità e dedizione la loro professione a bordo dei mezzi di GTT, e confermo l’impegno dell’Amministrazione di mettere a disposizione degli operatori tutti gli strumenti possibili per continuare a lavorare in sicurezza”.

Nuovi corsi per formare polizia anti-aggressione

“I corsi di formazione per la qualifica di Polizia Amministrativa ad esempio”, ha concluso Lubatti, “sono in fase di realizzazione, e nelle prossime settimane verranno ufficializzate le prime nomine”.

Share:

Rispondi