Fatti e misfatti

Terremoto in Grecia: scossa di rimbalzo in Puglia, Sicilia e Calabria

LEFKADA (GRECIA)- Una scossa di terremoto tremenda, 6.5 della scala Richter è stata registrata questa mattina alle ore italiane 8.10 a.m nella penisola greca a Lefkada. Il rimbalzo della scossa è arrivato in Puglia, soprattutto nelle province di Bari, Taranto e Brindisi, Lecce e in Calabria, la cui zona della Locride è stata allarmata, chiudendo le scuole per precauzione. La scossa è stata avvertita anche in Sicilia nelle zone di Catania e Messina, come si legge nei numerosi tweet che sono stati lanciati appena si è verificato il terremoto.

Il terremoto greco semina morte e paura



VHA 2015 300x250

Un bilancio di due morti e alcuni feriti in Grecia, dove l’epicentro del terremoto è stato individuato a 18 km a ovest di Lefkada e a 5 km di profondità. Una donna di 60 anni è morta, colpita da un grosso masso, staccatosi da un monte prospiciente la sua abitazione e la seconda vittima è stata raggiunta dal crollo di un palo della luce. Un “novembre nero” sta scuotendo l’Europa sotto tutti i fronti. Numerose le scosse di assestamento che si sono susseguite dalle 8.30 in poi. Poi, una nuova scossa di magnitudo 6.8 avvertita qualche minuto più tardi. Al momento non risulterebbero altri morti.

Il terremoto viaggia su Twitter

Tanti i retweet dalla Sicilia alla Calabria per avere conferme che si trattasse di una scossa. L’hashtag #terremoto ha scatenato un “passaparola” di scetticismo e ironie, ma soprattutto di considerazione in merito ai fatti di sangue ed alle tragedie che stanno colpendo il mondo. Ecco un tweet che rende bene l’idea

 

 



Donna_500x500

Share:

Rispondi