TUTTE LE NOTIZIE

L’amore vero? E’ scritto nella leggenda del filo rosso

L'amore vero? E' scritto nella leggenda del filo rosso

La leggenda del filo filo rosso è tutto quello che serve per trovare la propria anima gemella? A quanto pare c’è una romantica storia che viene da lontano- una credenza orientale molto diffusa tra i giovani- e invita a non perdere mai la speranza. Anche se sembra una cosa assurda e troppo fiabesca, ogni tanto sognare fa bene.

La leggenda del filo rosso ha ispirato libri e produzioni cinematografiche, affascinati dalla storia di questo antico mito. Tra questi vi consiglio di leggere Il filo rosso del destino di Anna Zennaro, acquistabile su Amazon.

La leggenda del filo rosso del destino, verità o fantasia?

Tutto nasce da una leggenda orientale, che ha viaggiato dalla Cina al Giappone, dalla Russia alla Turchia (Cherry Season, la celebre Tv Series turca racconta questo tipo di amore nella storia di Ayaz ed Oyku), dalla Grecia (trasformatosi nel mito androgino di Platone) fino a raggiungere anche la nostra Penisola, l’Italia.

Essere legati per sempre è un’idea che spaventa e affascina allo stesso tempo: la libertà è un bene prezioso, ma l’amore vero supera qualunque egoismo. E proprio l’attesa di un amore predestinato è alla base di questa storia del filo rosso.  Questo filo potrà annodarsi, sciogliersi, aggrovigliarsi, ma i due amanti predestinati sapranno sempre fare in modo che l’amore resti saldo.

Storia del filo rosso 

La leggenda del filo rosso narra che ogni essere umano è legato alla propria anima gemella tramite un filo rosso invisibile, in grado di unire due persone senza ostacoli di età, di distanza geografica o di classe sociale. Un filo lunghissimo, ma indistruttibile. Non importa quante difficoltà ed ostacoli si porranno sul cammino dei due innamorati, non conta il tempo e lo spazio che li separa, il filo rosso li guiderà. Due anime destinate a fare un lungo giro prima di incontrarsi di nuovo e non lasciarsi più.

Unmei no akai ito in giapponese vuol dire leggenda del filo rosso del destino, la più amata di tutte le leggende giapponesi.

Chi c’è all’altro capo del filo rosso? 

Secondo la storia del filo rosso l’amore può nascondersi ovunque in attesa di entrare nella nostra vita. Può essere il vicino di casa insopportabile, il compagno di classe che si perde di vista, o lo sconosciuto che si incontra in ogni dove quasi per una coincidenza. Per quanto si cerchi disperatamente l’altra metà della mela, il filo rosso del destino, la persona perfetta, tutto è già destinato sin dalla nascita. Questa tradizione nipponica-cinese ha affascinato da sempre scrittori di ogni parte del mondo, come il grande Paolo Cohelo, che ha scritto a riguardo:

Dicono che durante tutta la nostra vita abbiamo due grandi amori: uno è quello con cui ci si sposa e si vive per sempre, e che forse sarà il padre o la madre dei nostri figli … Quella persona con la quale si ha la massima compenetrazione e si desidera passare il resto della vita … E dicono che esista un secondo grande amore, una persona che perderemo sempre. Qualcuno al quale siamo legati dalla nascita, talmente legati che le forze della chimica sfuggendo alla ragione gli impediranno, sempre, di avere un lieto fine. Finché un giorno, entrambi smettono di provarci … Si arrendono, e iniziano a cercare l’altra persona che alla fine troveranno.

Ed allora come trovare quest’anima gemella, legata a noi da un impercettibile filo rosso? Non bisogna fare altro che arrendersi al destino. Il filo rosso altro non è che il legame instaurato con ogni singola persona che è entrata a far parte della nostra vita, contribuendo a renderci quello che siamo. Faremo tantissimi incontri nella nostra vita, alcuni giusti, moltissimi sbagliati. La leggenda del filo rosso dice di attendere e di non correre alla disperata ricerca di un partner. Tutto è predestinato, dunque. 

Chi è che decide? Il destino, che nella leggenda giapponese filo rosso assume il nome di Yue Xia Lao, una sorta di Cupido cinese, che abita sulla Luna e ogni notte scende sulla Terra a cercare le anime da unire per sempre, legando i loro mignoli con un filo rosso invisibile…scorgerlo sarà difficile, alle volte saremo ciechi, ma poi chi è destinato ad incontrarsi, non si perderà mai più.

Follow:
Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.