LibriNews

La Chiave Titanica di Marco Napolitano, esordio tra pathos e mistero

la chiave titanica di marco napolitano

Viaggiare è un’arte che arricchisce l’anima e allarga la mente. Al ritorno da ogni tappa si porta via con sé un pezzetto di emozioni che restano per sempre con noi. Nasce così il romanzo d’esordio di Marco Napolitano, avvocato, imprenditore che ama dividersi tra le sue città del cuore Napoli- Londra e Dubai,  ora anche autore emergente con il suo primo libro La Chiave Titanica, edito da Turisa e presentato lo scorso 14 giugno nella splendida cornice di Palazzo Alabardieri, e già definito dalla critica come il “Ken Follett italiano”.

In giro per il mondo alla ricerca della chiave titanica

Sarà forse per la sua verve da archeologo mancato, per quella sua instancabile voglia di salire su un aereo alla scoperta di terre lontane e di misteri irrisolti, ma c’è molto di Marco nel protagonista David Smith, quasi un alter ego dell’autore stesso.

La presentazione a Palazzo Alabardieri

Tutto il libro è un viaggio nel viaggio, proprio perché l’avventura di Smith, in fuga dopo essersi reso conto di essere sotto stretta sorveglianza, perché custode di verità del passato che fanno gola a tutti, si intreccia con le esperienze realmente vissute dall’autore, così come il tentato arresto al confine in Bolivia, o le decifrazioni di simboli in Perù. Ogni viaggio è un nuovo inizio del percorso interiore del protagonista/autore attraverso ritorni al passato alla scoperta del presente.  La scrittura è la migliore amica del protagonista, ha un potere evocativo, simbolico ed eziologico.

Un titolo parlante per Marco Napolitano

Non un caso è stata anche la scelta di un titolo nomen omen, ovvero la chiave che apre alla conoscenza di mondi sconosciuti e di segreti sepolti, che la curiosità del viaggiatore riporterà alla luce. “Ogni pagina del libro è stata scritta mentre ero in volo o a bordo di una nave, o negli spazi vuoti tra una avventura e l’altra, grazie soprattutto alla grande presenza di mia moglie Giulia, supporter di ogni mia follia in giro per il mondo- ed ha aggiunto Marco Napolitano-  e non mi fermo qui, sono già a lavoro su un secondo romanzo e non escludo che la Chiave Titanica possa diventare anche un film. Scrivere è la mia passione, il mio modo di dare spazio alle emozioni”.

E il pathos si respira ad ogni nuova avventura di David Smith…curiosi? Il romanzo già un cult in tutte le librerie.

@Copyright Le foto sono di Mario Occhiobuono
Share:

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *