Febbre del Nilo, l’incubo dell’ estate 2018

Giulia Russo
no comments

Non bastava la psicosi per il ragno violino! Oggi il sipario si apre su la zanzara del Nilo, protagonista della paura in questa estate 2018 per la salute umana, perché la sua puntura genera febbre alta, capogiri, mal di testa. Il virus del Nilo viene trasmesso dalla zanzara genere Culex pipiens, la più diffusa. Esse prediligono le spiagge caldo umide.

Febbre del Nilo come si manifesta?

Questo virus è atterrato nella zona dell’Emilia Romagna, Veneto e Trentino Alto Adige, ha la caratteristica di prediligere zone umidissime, specialmente in prossimità di spiagge. Ma molti hanno attribuito la morte di persone anziane, attaccate dalla zanzara del Nilo, ad altre patologie. Tutto questo ha contribuito non poco ad un allarmismo per chi si stava mettendo in viaggio verso le spiagge del nord Italia.

La zanzara del Nilo è originaria dell’Egitto, ma già due anni fa ha succhiato il sangue dolce dei Greci. Qui si è diffuso a destra e a manca in tutta Europa ,dove la gente veniva aggredita davanti al televisore o in prossimità di specchi d’acqua. E’ chiaro che d’estate un po’ tutti gli insetti si danno convegno nei luoghi di mare e sembra che nessun vaccino possa combattere questi killer minuscoli e fastidiosissimi. Chi ha un forte diabete e altre gravi patologie presenta un sistema immunitario molto debole ed è facile preda delle zanzare del Nilo con conseguenze anche letali.

Quali consigli per combattere le zanzare?

Febbre del Nilo evitabile con un po’ di sana prevenzione: non vestire con indumenti coloratissimi, evitare di spruzzare sul proprio corpo profumi e deodoranti, evitare ristagni di acqua sui balconi, terrazzi e ciotole destinate ad altri fedelissimi come cani e gatti, tenere una massima pulizia negli ambienti, dare un’occhiata anche ai tubi di scarico fognari e ai condizionatori d’aria e provare a mettere fuori ai balconi e terrazze piante di gerani.

Dove si annida in Italia la zanzara del Nilo?

Attualmente sembra che stia divenendo famosa a Jesolo, dove ha punto tante persone. Qui è scattato un sistema di disinfestazione al massimo per garantire una piacevole villeggiatura soprattutto ai tanti stranieri. Sappiamo già che dopo l’estate il pericolo di essere punti dalla zanzara del Nilo svanisce, perché il freddo è il nemico acerrimo delle zanzare.

Categories:

About Giulia Russo

Super Mamma, giornalista e scrittrice. Ha tante passioni, ma l'amore per la recitazione vince su tutte. Ha collaborato con testate locali come La Riviera, Libero, Lo Strillo, Il Giornale di Napoli- Il Roma, Politica Meridionalista. Opinionista satirica su Canale 50 di Pisa (L'Impallato e Panni Sporchi). Ha scritto due libri "Napoli Antica e Napoli Polemica"; "Vincenzo Dattilo, il più napoletano dei napoletani" editi da Firenze Libri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *