Home » Casa Idea Stile » Balcone fiorito: idee e consigli su cose da fare in terrazzo

Balcone fiorito: idee e consigli su cose da fare in terrazzo

balcone fiorito come fare

Avere un balcone fiorito tutto l’anno è sempre stato uno dei miei desideri, fin da bambina, quando osservavo mia nonna curare le piante con amore e con costanza.

La primavera è una delle stagioni più belle per i suoi colori e per i suoi profumi. È anche il momento ideale per dare vita ad un orto sul balcone o a trasformare il terrazzo in un giardino in città. Come? Vi racconto la mia esperienza. 

Nonna Ida aveva dei bei fiori di geranio e una “spina di Cristo”, una pianta di spine, che conservo e curo tutt’oggi con grande affetto. Incredibile come questa deliziosa pianta grassa fiorisca ogni anno in prossimità della Pasqua. 

Credo che la mia passione per il balcone fiorito sia nata proprio grazie a mia nonna.

È bello avere un terrazzino pieno di fiori colorati e profumati: mettono allegria e scandiscono al meglio le giornate primaverili ed estive.

Progettare un balcone fiorito

Per avere un balcone fiorito bellissimo è fondamentale fare una bozza del progetto che si vuole realizzare e mettere in conto le spese di vasi, piante e strutture per la creazione del giardino verticale. Non spenderete grandissime cifre se saprete mescolare creatività e innovazione.

giardino sul balcone fiorito
Ecco il mio balcone pieno di fiori

Una volta fatto questo, arriva la parte più bella: lo shopping al vivaio.

Non so dirvi se preferisco di più seminare e vedere crescere la piantina giorno per giorno, o girare senza sosta tra coloratissimi negozi e vivai di piante e fiori alla ricerca dei colori giusti per il mio balcone. Vi assicuro, però, che vi divertirete in entrambi i casi. 

Vi consiglio di iniziare a progettare il vostro balcone fiorito a fine febbraio e di procedere alla realizzazione da marzo in poi, in concomitanza della primavera. 

E iniziate a pensare anche al tipo di vasi che vorreste sul vostro balcone. Meglio optare per un motivo dominante, ad esempio, per il mio terrazzo ho scelto il rosa fucsia e il bianco. L’importante è che rispecchi il vostro gusto e la vostra personalità, anche perché il balcone lo vivrete voi e sarà il vostro rifugio nelle meravigliose giornate estive che  arriveranno. 

Cose da fare in terrazzo: idee e consigli 

Seminare fiori

Il primo step da fare per avere un balcone fiorito bellissimo è iniziare a seminare in dei semenzai, o piccoli vasetti, in un angolo riparato del terrazzìno, alcune piantine annuali come : fiordaliso, papavero, girasole, le belle di notte. 

Tempo una settimana e vedrete già spuntare i primi germogli. Una volta che le piantine saranno arrivate ad un’altezza di 5-6 cm, potrete trasferirle in un vasetto più grande a partire dal mese di aprile. 

Comprare nuovi vasi 

Dopo un anno di esposizione alle intemperie e alle piogge dell’inverno, i vasi tendono a deteriorarsi e a consumarsi, quindi, se non volete togliere fascino al vostro piccolo giardino sul balcone è fondamentale comprare nuovi vasi: se avete le ringhiere, potreste optare per delle fioriere rettangolari colorate che sporgano all’esterno e all’interno, riempiendo di colore il davanzale. 

Chi, come me, ha balconi in muratura può pensare all’acquisto di vasi colorati e dalle forme più strane. Se andate sul sito Trouva o su Sass&Belle ne troverete tantissimi e dal design delizioso – come i vasetti con gli occhi  delle mie piantine grasse (qui sotto in foto).

Concimare 

 I vecchi vasi e le fioriere con alberelli e piante già sviluppate hanno bisogno di essere concimati per riprendersi dallo shock invernale. 

Non esagerate, però, con il concime perché finireste con il peggiorare la situazione. Basta concimare una volta ogni tre mesi, o comunque in base alle esigenze delle singole piante. 

Uno dei segreti per avere un balcone fiorito bellissimo è dare alle piante un piccolo aiutino esterno. Per rinverdire e accendere i colori dei fiori delle mie piante mi affido a Gesal e Compo, soluzioni da sciogliere in acqua dell’ annaffiatoio o da spruzzare sulle foglie. 

Le piante ornamentali, così come quelle da orto, possono essere soggette a muffe e ad afidi, che ne compromettono la bellezza e il vigore.

Se notate delle macchioline bianche o nere sulle foglie, oppure un certo marciume di quest’ultimo, siete di fronte ad un problema che va affrontato quanto prima: spruzzate un fungicide che impedisca alle muffe o ad altri agenti aggressivi di diffondersi a tutte le piante. In questo caso sarebbe davvero un peccato perché dovreste solo buttare via tutte le piante malate per evitare che inferrino anche quelle sane. 

Potare i rami secchi

Quanto sono belle le rose, gli agrumi e le Bougainville? Cosa hanno in comune queste tre tipologie di piante? Necessitano tutte di potatura; e fate ancora in tempo, prima che le gemme si schiudano, a ridurre i rami più legnosi e vecchi. Questo permetterà alla linfa vitale della pianta ad arrivare alle gemme più giovani più in fretta. 

Annaffiare con regolarità senza ristagni 

Il balcone fiorito necessita di cure e attenzioni, di tempo e di pazienza. E soprattutto di annaffiature regolari e non troppo abbondanti per evitare che l’acqua ristagni e la pianta marcisca dalle radici.

Per evitare di perdere la testa dietro a tutte le varietà di fiori del mio balcone ho annotato su un’agenda tutte le necessità delle singole piantine. E devo dire che mi è davvero molto utile per non danneggiare nessuna di queste con un eccesso, o una povertà, d’acqua. 

come avere un balcone fiorito bellissimo

Idee e segreti per un balcone fiorito 

A dire il vero, se aveste visto il mio balcone com’era nudo e insipido un anno e mezzo fa, quasi non credereste alle foto che vi posto in questo articolo. 

Ho avuto modo di pensare insieme a mia sorella, che mi ha dato una gran mano a realizzare un balcone bellissimo, come recuperare e restaurare le mura piene di crepe. Ho imparato anche a “frattazzare”, ovvero a lisciare le pareti stuccate con una spugna. Questa è un’altra storia…

Una bella stuccata, una mano di pittura e di isolante: il gioco è fatto. Ci abbiamo messo una settimana a far tutto. 

Parliamoci chiaramente, vale sempre la pena perdere un po’ di tempo per realizzare un ambiente che rispecchi i nostri gusti e desideri. Personalmente, adoro stare seduta sul balcone- specialmente in estate- a leggere un libro, a rilassarmi con un buon caffè e a godermi la bellezza dei fiori. 

un balcone colorato di fiori

È stata una bella fatica rimettere a nuovo-tutto da sole- il vecchio balcone, ma allo stesso tempo è stato davvero una grande soddisfazione vederlo fiorire e colorarsi, piantina dopo piantina. 

Sul mio balcone fiorito ho inserito: Bougainvillea rosa, rossa e fucsia; margherite, rosellline, piantine grasse, petunie, Kalanchoe e campanule, Ibiscus rosa e rosso. 

Mentre scrivo, ho piantato da qualche minuto le Belle di notte e delle violette: la cascata di colori è assicurata per questa estate! 

Spero di avervi dato buoni spunti per creare il vostro balcone fiorito. Ora tocca a voi progettare e creare!

E buona primavera a tutti! 

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *