BlogBlog

Turista nella mia città tra cultura e buon cibo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il weekend a Napoli è sempre una scoperta. Non ci si annoia mai. Il Maggio Monumenti 2016 è quasi giunto alla fine, ma c’è sempre qualcosa da vedere. Basta addentrarsi nel centro storico della città, nel cuore dei Decumani per intenderci, che si è subito attratti da una chiesetta mai visitata prima come quella che ospita le reliquie di Sant’Alfonso Maria de Liguori (sulla salita San Sebastiano), da un vicoletto stretto e ricco di segreti (nel 300 queste stesse stradine del centro storico incantarono il grande scrittore Giovanni Boccaccio, che li rese protagonisti delle sue novelle nel Decamerone) e così via. Questa mattina mi è venuta voglia di fare la turista nella mia città, testare di persona quello che Napoli offre a chi decide di trascorrervi un weekend di relax e di cultura.

Che grande sorpresa è stata per me constatare con i miei occhi quante persone, provenienti da ogni parte di Italia e d’Europa, hanno deciso di passeggiare anche questo weekend lungo le stradine profumate di storia, popolate da fantasmi e da leggende intramontabili…(una tra queste l’altarino di Maradona nella piazzetta del Nilo!). Una cosa è sentire i turisti parlare della mia città, un’altra è viverla di persona!



Banner A/B test Stesso Hotel Prezzi Diversi

Prima tappa: caffè e cornetto! E qui potrei recensire con 4 o addirittura 5 stelle una vera fila di bar che si snodano lungo il decumano maggiore. L’ultima novità di questa stagione è il cornetto alla crema di pistacchi e quello al limoncello. Una vera bontà, anche di calorie. Ma che importa? Pensiamo all’oggi, che al domani ci pensa una bella corsetta sul Lungomare!

Seconda tappa: una bella passeggiata fino all’Orto Botanico in Via Foria, dove ho preso parte all’evento “L’universo delle Farfalle”, destinato a grandi e piccini per un tocco di natura in città. Più di 50 specie di farfalle vive, provenienti da Africa, Asia e America. Mi sono divertita moltissimo ad ammirare i colori della natura e a vivere per un giorno con quella spontaneità tipica dei bambini. Il fanciullino è sempre dentro ognuno di noi, ed ogni tanto va tirato fuori per affrontare la vita con uno spirito diverso!

orto botanico napoli

Terza tappa: sosta gastronomica nel cuore di Via dei Tribunali per gustare una delle mitiche frittatine di pasta, un mix di carne macinata, pasta, piselli, e frittura naturalmente: crocchè di patate, pizze fritte a chilometro zero! Costano tra gli 0,50 e 1,50 euro. Perché dire di no? Un’ottima soluzione per il turista, anche quello più attento nelle spese.

Gastronomia made in Naples

Gastronomia made in Naples

Ultima tappa, inaspettata: mentre rientro sulla strada verso casa sono travolta dalla fiaba, trasportata in un altro secolo, quello di Carlo di Borbone per la precisione. Oggi ricorrevano i 300 anni dalla sua nascita e Napoli l’ha celebrato con una sfilata di carrozze, nobili e dame, cocchieri tutti in abiti d’epoca. Il corteo di carri ha proseguito fino al Lungomare Caracciolo per terminare questa sera con la festa in Piazza del Plebiscito.

 

Potrei spendere milioni di parole per descrivere le emozioni, le sensazioni e persino i timori infondati (rapine, scippi, aggressioni e simili eventi che purtroppo rovinano la pace di tutte le belle città) che possono assalire il turista in visita a Napoli, ma preferisco lasciar parlare le immagini della galleria fotografica.

Ah dimenticavo, se decidete di venire a Napoli, fatelo in compagnia di pochi amici, ma buoni! Sono il condimento migliore per un weekend indimenticabile al sapore di risate e buonumore.



300x250 Voli 2015

Share:

Rispondi