TUTTE LE NOTIZIE

Riciclare regali di Natale? Il regifting è online

Riciclare regali di Natale? Il regifting è online

Natale è passato già da un po’, eppure ogni anno si rinnova la solita pratica del regifting, ovvero del riciclare tutti quei doni ricevuti sotto l’albero di Natale da amici e parenti, ma non graditi così tanto da volerli tenere.

C’è chi finge entusiasmo all’apertura di un dono brutto, o che non rispecchia le proprie aspettative, i propri gusti; c’è chi invece salva tutto e lo conserva nei cassetti, ma senza mai usare quegli oggetti o quegli abiti. 

A quale categoria appartenete voi?

Se vuoi che un regalo piaccia, allora devi incartarlo male, come hanno confermato alcuni ricercatori del Nevada, che hanno misurato il grado di aspettativa di un gruppo di persone di fronte ad un regalo ricevuto: se ben incartato, la delusione allo spacchettamento era enorme, se invece incartato alla meglio tanto da sembrare un pacchetto orribile, allora la reazione di contentezza aumentava.

Riciclare regali di Natale 

Ricerche a parte, vi dico come la penso io sul riciclare i regali di Natale : una cosa regalata è sempre frutto di un pensiero da parte dell’altra persona, è l’espressione di un sentimento, di una considerazione e non trovo giusto riciclare i doni fatti col cuore, anche quando non rispecchiano le mie aspettative o i miei interessi.

Ogni Natale, sono circa 35 milioni i regali non apprezzati e pronti ad essere riciclati e rifilati ad altri. 

Tra gli oggetti più smistati ci sono soprammobili, catenine, borsette, creme corpo, oggettistica varia e maglioni non proprio top! 

Il regifting non va considerato un tabù sociale, nel senso che si può fare in modo intelligente e senza farsi beccare dal donatore. 

Regali riciclati come comportarsi 

Se vendete spudoratamente su Facebook il bracciale che vi ha regalato la vostra amica, non farete certo una bella figura con lei e con gli altri che conoscono la provenienza di quel bijoux

Stesso criterio vale su Instagram, se propinate una crema corpo puzzolente come il più incredibile dei prodotti solo per venderlo e ricavarci qualche euro: se vi becca la persona che ve lo ha regalato, farete sicuramente una figura da quattro soldi. 

E poi c’è chi ricorre a eBay con un account a nome fittizio per non essere riconosciuto mentre tenta di riciclare regali online…e forse qualcuno riesce pure a farla franca, ma se non elimina dal prodotto ogni traccia del donatore, la figuraccia la farà lo stesso con il nuovo acquirente. Non so se mi spiego. 

C’è sicuramente un modo più nobile di smistare dei regali non graditi: donarli in beneficienza così che possa essere rivenduto nei mercatini o dato a chi veramente ne ha bisogno. 

Ok, non siete tutti buonisti come me, l’ho considerato! Ecco perché vi suggerirei di organizzare una bella tombolata in cui dare un premio i regalini incriminati. Ovviamente, non sognatevi di invitare le persone da cui li avete ricevuti perché ci rimarrebbero malissimo. 

Ne volete sapere una? Vi racconto in breve una esperienza vissuta in prima persona con questo spiacevole regifting: anni fa ero ad una tombolata a casa di amiche (o che ritenevo tali) e durante le premiazioni di ambi, quaterne, cinquine…saltò fuori un portachiavi molto carino (che avrei comprato per me col senno di poi, considerando la fine che fece!) che regalai ad una delle due organizzatrici della tombola.

Niente riciclo regali di Natale

Quando mi accorsi che quel mio regalo, comprato con il cuore e a caro prezzo quando ancora ero una studentessa non lavoratrice, era finito nel ciclone del regifting, ci rimasi molto male. Infatti, l’anno seguente non solo non feci loro più regali, ma progressivamente mi allontanai da queste persone false e bugiarde. Se un regalo non piace, consentite a chi lo riceve di poterlo cambiare con lo scontrino per non farglielo riciclare in modo spudorato e per non far trasformare la sua casa in un accumulo selvaggio di oggetti inutilizzati. 

Riciclare regali di Natale? Il regifting è online
Ecco cosa ho trovato sotto l’albero…

Personalmente non posso proprio lamentarmi, sotto l’albero ho trovato doni stupendi e graditissimi (che potete ammirare nella foto postata qui e su Instagram).

Forse, perché chi mi ama conosce bene i miei gusti e sa sempre come sorprendermi, o forse perché sono una donna di poche pretese. In ogni caso non riciclo regali online, anzi vi do un suggerimento per il prossimo anno: meglio regalare carte acquisti e buoni libro da spendere a piacimento del destinatario del regalo, piuttosto che spendere tanti soldi per oggetti sgargianti, ma non graditi. 

E non fatevi “sgamare” a fare regifting! Tanto lo so che lo fate tutti! 

Follow:
Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda i miei viaggi

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.