TUTTE LE NOTIZIE

Come tornare in forma dopo le vacanze? Il Functional Training per tutti

tornare in forma

Tornare in forma dopo l’estate è il desiderio di tutte le donne che hanno dato spazio al relax e a qualche peccatuccio di gola, ed ora si ritrovano con qualche chiletto in più e vogliono rimediare.

I modi per dimagrire velocemente sono tanti, ma è sempre bene affidarsi alla supervisione di un esperto che sappia consigliare sia una dieta sana e bilanciata, sia una serie di esercizi di ginnastica tonificante e snellente. Non è solo una questione di cellulite o rilassamento cutaneo, ma di riprendere forze per affrontare la stagione autunno/inverno in cui i nostri bioritmi cambiano e vincere lo stress che ci attende al rientro dalle vacanze.

Molte donne, appena rientrate dalle ferie di agosto, lamentano stanchezza, pigrizia, gambe pesanti e sonnolenza: tutti sintomi di un fisico che risente della sindrome del rientro.

Fare ginnastica non serve solo a perdere chili di troppo accumulati tra un pranzo e una cena in riva al mare, ma soprattutto a combattere depressione, irritabilità e disturbi del sonno.

Fare allenamento produce adrenalina e serotonina, fondamentali al corretto funzionamento del sistema nervoso e quindi al buonumore. Se poi mettiamo anche che allenarsi ci aiuta a tornare in forma perfetta dopo un’estate di pigrizia, tanto meglio!

Quando si tratta di affidabilità e autorevolezza nel mondo del fitness, mi viene subito in mente (in base alla mia esperienza personale) il nome di Francesco Orabona, Personal Trainer napoletano, molto competente in materia di benessere e corretto allenamento.

francesco orabona personal trainer tornare in forma

Francesco ha un’ottima audit anche su Instagram, dove mostra quello che fa e come lo fa. Allena donne e uomini, ma anche bambini e adolescenti, educandoli alla cultura del corretto allenamento e alla cura di sè ogni giorno.

È un personal trainer, ma soprattutto un lifestyle coach, perché Francesco Orabona punta alla qualità dell’allenamento piuttosto che alla quantità sfrenata e stressante di addominali/ piegamenti e simili.

Tornare in forma gradualmente, divertendosi e facendone uno stile di vita per tutto l’anno è la formula vincente per avere un corpo perfetto.

Ecco cosa ha risposto alle numerose domande raccolte nel corso di un sondaggio sui social network:

Presentati a chi non ti conosce: chi sei e cosa fai?

Mi chiamo Francesco Orabona ho 30 anni e sono un Personal Trainer. Laurea Magistrale in Scienze Motorie, Master in posturologia e biomeccanica. Specializzato in numerosi corsi, seguiti con ISSA, che vanno dalla composizione corporea ad allenamenti di vario genere come il Functional Training. Attualmente lavoro alla “Light Regenerating Space”, Riviera di Chiaia n. 105.

Quali consigli su come tornare in forma dopo l’estate?

Francesco: Sicuramente non adottando diete drastiche, rinunciando ai carboidrati o facendo running sotto al sole estivo o con un Tapis Roulant. Al contrario, il modo corretto per rimettersi in forma, è rientrare gradualmente in un regime alimentare corretto e con adeguati esercizi fisici di base che vanno dalla mobilità articolare, la stabilità del tronco e una leggerissima attivazione cardiovascolare. Tutto questo non andrebbe seguito giornalmente, altrimenti più che ricerca del benessere diventerebbe uno stress psico-fisico! Meglio cominciare con due, tre giorni alla settimana per il primo mese.

Serve correre per dimagrire le gambe? O è un mito da sfatare?

Francesco: Più che un mito da sfatare si tratta di valutare caso per caso: dipende da numerosi fattori, lo stato dell’allenamento passato e attuale, lo stile di vita, l’eventuale livello di stress, l’alimentazione e soprattutto l’idratazione che è più importante dell’alimentazione in sé, quindi valutare in modo attento lo stato di ritenzione idrica e le zone in cui si tende ad avere cellulite e il grado in cui si presenta.

In ogni caso, anche se i fattori sopra elencati si trovassero ad un buon livello, correre non dovrebbe essere una fase fondamentale durante l’allenamento, se parliamo di fitness e salute. Bisogna dare priorità all’allenamento basato sulla “forza”. Con questo non intendo dire alzare pesi eccessivi, ma adeguati al proprio stato di preparazione, per poter poi avere gambe come si desiderano. Altrimenti potremmo rischiare di peggiorare, perdendo muscoli e tonicità.

È possibile dimagrire la pancia in un mese? Quale sport aiuta di più?

Francesco: Assolutamente diffidare delle foto prima e dopo con un miglioramento di poche settimane.

Per avere un risultato soddisfacente, non solo è necessario del tempo (sei mesi per casi meno seri, anche due anni per i casi molto più gravi) ma, una volta ottenuto il risultato desiderato, inizia il vero e proprio allenamento, con il “mantenimento” del proprio stato di forma fisica, basato ovviamente sull’alimentazione e lo stile di vita giusto per il soggetto.

Lo stile di vita incide molto, non basta “fare i bravi” durante l’ora dedicata al fitness e poi lasciarsi andare nelle restanti 23 ore della giornata. Concludendo, a parer mio, lo sport più adatto per lavorare sulla zona della pancia è il Functional Training, un’ottima forma di allenamento, in quanto abbraccia tutte le condizioni metaboliche che si possono esercitare.

Tutte vorrebbero tonificare il corpo in una settimana: quali esercizi abbinare ad una dieta?

Purtroppo mi devo ripetere, ma chi parte con l’idea di tonificare in una sola settimana, con l’esercizio migliore, lo sport migliore e la dieta migliore, fallirà in partenza. Non è nelle possibilità dell’essere umano affrontare un sacrificio di questo tipo. Quindi, prima di tutto, tengo a specificare che per dieta non si intende per forza perdere peso mangiando di meno, anzi, il più delle volte i soggetti non riescono a migliorare proprio perché non mangiano abbastanza.

Per quanto riguarda gli esercizi da seguire durante un regime alimentare, se parliamo di gambe e glutei, meglio quelli a catena cinetica chiusa, quindi con i piedi a contatto con il pavimento, in modo da sprigionare più forza con dei pesi adeguati e con poche ripetizioni, ma con tanto recupero (pausa tra un esercito e l’altro) che può partire anche dai 2 minuti in poi. Al contrario, affidarsi solo a slanci in aria in quadrupedia, con 30 serie da 50 ripetizioni, con 0 recupero, non solo diventerebbe “disallenante”, ma non produrrebbe benefici adeguati, soprattutto per il sesso femminile. Le donne rispetto agli uomini devono affrontare le mestruazioni e sbalzi ormonali non indifferenti, ciò comporta un peggioramento riguardo la ritenzione idrica e le gambe sempre più gonfie e pesanti. L’allenamento basato sulla forza permette anche di ritardare la comparsa della menopausa e di combattere l’osteoporosi.

Quali sono le nuove tendenze in palestra per questo autunno /inverno?

Francesco: Negli ultimi anni va sempre più di tendenza l’allenamento funzionale, solo che spesso viene confuso: i clienti non sanno di preciso cos’è veramente e purtroppo spesso dipende anche da molti personal trainer che lo dimostrano e lo portano avanti in modo scorretto. Facendo un esempio, può succedere che un cliente decida di andare a seguire un corso funzionale trovandosi però in un corso che è solo un circuito, quindi senza finalità fisiologiche e anatomiche e né una logica ben precisa, trovandosi cosi a seguire una lezione che praticamente assomiglia ad una minestra di tanti esercizi.

Giustamente il cliente ne esce distrutto e soddisfatto, ma senza sapere che fare circuiti non porta assolutamente benefici e può addirittura peggiorare le condizioni che si vogliono invece migliorare.

Con il giusto Functional Training, si allena la funzione motoria, migliorando e stimolando il nostro corpo a muoversi nel modo più fisiologico e anatomicamente corretto. L’allenamento funzionale allena prima di tutto il MOVIMENTO.

Da lì poi si può progredire con il sovraccarico in modo graduale e adeguato, in base ai propri obiettivi e necessità. Mi sento di consigliare come tendenza per la vostra salute, che voi siate degli atleti professionisti, o una persona qualsiasi che vuole stare bene con se stessa, o una persona che vuole semplicemente “recuperare” e/o restare in salute, un adeguato corso di Functional Training seguito da esperti del settore. Questo ovviamente abbraccia tutte le fasce d’età.

Se volete avere altri consigli di fitness o provare l’allenamento di Francesco Orabona, potete seguirlo su Instagram qui, oppure, se siete a Napoli, fissate una lezione con lui presso l’esclusiva palestra Light Regenerating Space”, Riviera di Chiaia n. 105, Napoli.

Allenarsi in modo costante e senza strafare per tornare in forma va proprio messo in cima alla lista dei buoni propositi per cominciare bene questo nuovo anno lavorativo, non credete?

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.