Curiosità

Keep Clean and Run, di corsa a ripulire l’Italia

PAESTUM- Correre contro i rifiuti per ripulire il Pianeta, laddove le forze e le condizioni lo consentono è la straordinaria mission alla base della terza edizione della corsa Keep Clean and Run (sui social si può aderire con i seguenti hashtag #KeepCleanAndRun #KCR17 #pulisciecorri). 

Keep Clean and Run insegna amore per l’ambiente 

Centinaia di corridori con tanto di pettorina con il numero correranno attraverso la regione Campania ripulendola dai rifiuti che incontreranno durante il percorso. Nel 2050 nel mare sono previsti più rifiuti che pesci, una terribile profezia che ha fatto scattare l’idea della Keep Clean and Run.

E’ stata nominata evento centrale dell’European Clean Up Day2017 in Italia, e anche quest’anno il Ministero dell’Ambiente e il Comitato promotore nazionale della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, con il coordinamento di AICA, presentano la terza edizione dell’eco-trail “Keep Clean and Run #pulisciecorri”, volto a sensibilizzare sulla tematica del littering tramite un evento sportivo.


E così dopo aver fatto da Aosta a Ventimiglia nel 2015 e San Benedetto del Tronto – Roma 2016, è ripartita ieri a Napoli e continuerà fino al 7 aprile: Roberto Cavallo, agronomo e saggista, ex assessore all’Ambiente e dal 2002, presidente dell’AICA correrà dal Vesuvio all’Etna: 350 km in 7 giorni.

 

La grande novità di quest’anno è il grande regista Mimmo Calopresti, che ha deciso di farne un documentario. Ogni giorno si correrà per 50 km per un totale di 300km. Ogni comune di partenza e di arrivo sarà coinvolto in prima persona con eventi volti a sensibilizzare sul rispetto del pianeta promuovendo l’amore per la natura.

Aiutiamo la Natura con Keep Clean and Run

È attivo un crowdfunding per coprire alcune spese per lo spostamento della troupe alla produzione dei DVD.

E’ possibile contribuire donando dai 10 a 50 euro (ovviamente si può prendere anche più di una quota) attraverso il sito. Ognuno di noi può migliorare il pianeta Terra, iniziando da piccoli gesti come questo e chi se la sente e ama correre può unirsi ai tanti testimonial che prenderanno parte alla competition.

Foto dal profilo Twitter di Roberto Cavallo

Share:

Rispondi