Ischia Ponte immagini di pace e relax

Ischia Ponte vacanze

Ischia, isola verde, resta con i suoi spettacolari paesaggi e la sua natura vulcanica una delle località marittime più belle d’Italia, e posso osare dicendo anche più magiche del mondo.

L’isola fa parte dell’arcipelago flegreo insieme a Procida e Capri ed era nota già ai Greci per la sua natura amena ed incontaminata. Gli antichi la chiamavamo Pithecusa per la presenza di scimmie, che secondo alcuni era ricollegabile al mito dei Cercopi, abitanti flegrei trasformati da Zeus in animali; secondo un’altra tradizione era invece chiamata Pithecusa da pithos che in greco vuol dire vaso, dunque isola dei vasai o da pitueis cioè pini, che richiama l’anima verde dell’isola.

Qualunque tradizione voi scegliate di seguire la bellezza di Ischia resta impareggiabile, nonostante i dissapori provocati dal terremoto del 2017, le problematiche strutturali e l’azione distruttiva dell’uomo avido di guadagni a discapito spesso del patrimonio naturale.

Visitare Ischia è sempre magico, anche per chi come me ha la fortuna di averla di fronte casa, abitando a Napoli. E così ho ceduto al fascino delle sue distese verdi, dell’odore dei mirti e del canto degli uccellini. Cercavo pace e relax e l’ho trovate nelle braccia dell’isola del benessere, le cui acque ricche di sali minerali e proprietà curative attira ogni giorno migliaia di turisti. Ischia è divisa in sei comuni: Ischia, Barano, Casamicciola, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana. Ognuno si distingue per la presenza di diverse tipologie di acque termali, spiagge e vigneti.

E così la scorsa estate sono partita in aliscafo da Napoli, diretta a Ischia Ponte, la zona più caratteristica per la presenza del secolare castello Aragonese di Ischia, che domina il paesaggio dall’alto accogliendo chi approda nel cuore dell’isola nel suo misterioso fascino. Qui si sono avvicendati dal V secolo a.C in poi Greci, Romani, Tirreni, Cumani e poi ancora Visigoti, Vandali, Ostrogoti, Arabi, Normanni, Svevi, Angioini e così via fino ai giorni nostri.

ischia ponte
Solarium e piscina Hotel Aragonese Ischia Ponte

Dove dormire a Ischia Ponte

E come dare torto a tutte queste popolazioni? Ischia vale la pena di essere vista almeno una volta nella vita. E non appena sbarcata sull’isola verde ho avuto la sensazione di trovarmi in un altro mondo, scandito da altri ritmi. E subito sono stata rapita dalle stradine ricche di fiori, mentre procedevo in salita verso Ischia Centro diretta verso un delizioso luogo di relax, lontano dal frastuono, ma a pochi passi dal Castello…l’ Hotel Aragonese Ischia.

La dimora a conduzione familiare si trova in una discesa in località Ischia Ponte. E’ impossibile non restarne incantati: appena si varca la soglia si è catapultati in una magia di colori e di profumi di fiori, disposti lungo il solarium piscina. Quest’ultima ricca di acqua termale a 34° C è un piccolo paradiso in cui trascorrere vacanze relax prima di andare alla scoperta dell’isola.

ischia ponte

Tra i punti forti di questo delizioso albergo non c’è solo le camere ampie e soleggiate, l’estremo silenzio per riposare accompagnato dal cinguettio degli uccellini o la posizione ben collegata attraverso i trasporti, ma anche un ampio parcheggio interno e un ristorante dalla cucina eccezionale: gnocchi fatti in casa, tiramisù, petti di tacchino in crema di zucca sono solo alcune delle pietanze deliziose che ho avuto modo di gustare all’Hotel Aragonese.

ischia ponte

Il mio weekend ischitano è stato scandito da un’ottima colazione continentale, ore in ammollo in piscina a rigenerare la pelle e il benessere psicofisico, lasciandomi coccolare da cocktail estivi a bordo solarium e poi…lunghe passeggiate pomeridiane al centro storico alla scoperta di stradine caratteristiche, prodotti termali e delizie gastronomiche da portare via come souvenir.

Ischia Ponte immagini di pace e relax

Ischia cosa vedere

Oltre al castello aragonese, che sorge su un isolotto emerso da un’eruzione vulcanica e collegato alla terraferma attraverso un ponticello di 220 metri (da cui nasce l’appellativo di Ischia Ponte), questa zona dell’isola vanta la presenza del Museo del Mare, ricco di cimeli e ricordi lasciati da marinai di ieri e di oggi…qualche metro più avanti c’è la spettacolare Cattedrale dell’Assunta, caratterizzata da una architettura barocca e da un Cristo di legno medioevale nero.

ischia ponte

Al calare del sole è incantevole il gioco di colori che si crea tra cielo e mare regalando tramonti indimenticabili. Ischia d’estate è molto viva, ma il periodo ideale per godere della bellezza incontaminata di questa terra è sicuramente tra maggio e giugno, o tra settembre e ottobre, mesi ancora soleggiati e ideali per una fuga sull’isola.

E prima di riprendere il traghetto da Ischia Ponte per tornare a Napoli non potevo non fermarmi da Calise, lo storico bar pasticceria immerso nel verde, per gustare un aperitivo ischitano o gustare una delle specialità dolci della patisserie.

ischia ponte
Il bar dell’ Hotel Aragonese

Ischia turismo in crescita

Regalarsi o regalare un soggiorno ad Ischia Ponte per un breve weekend o per una settimana è sempre un’ottima idea.

Non a caso quest’isola è una delle mete preferite di grandi nomi hollywoodiani (se si cammina con una certa attenzione si possono beccare volti famosi come Kate Moss, Matt Damon, Fiorello e personaggi politici europei (Angela Merkel è una turista affezionata).

Potrebbe essere un bel regalo da trovare sotto l’albero per l’ Epifania, che aspetti? Prenota subito qui un soggiorno unico.

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La news del mese

Featured
Canada, la fiaba è reale nei Fairytale Cottage

Canada, la fiaba è reale nei Fairytale Cottage

Capodanno si avvicina. Tantissima la voglia di viaggiare. La paura del terrorismo non frena il desiderio di avventura, romanticismo e relax. C’è una meta in particolare che soddisfa tutte queste preferenze: il Canada. Una terra…

Continua a leggere

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.