Spettacoli & Tv

Giornata mondiale della salute alimentare: occhio all'etichetta

giornata-mondiale-salute

Oggi si celebra la giornata mondiale della salute. Una manna dal cielo subito dopo le ”abbuffate pasquali”. Cosa consigliano gli esperti? Conosciamo davvero tutto sulle proprietà dei cibi? 

ROMA- L’OMS ( l’Organizzazione Mondiale della Salute) torna a far sentire la sua voce e mette in guardia sulla nocività di alcuni alimenti. Nel 2014 c’è stato un vero e proprio traffico di cibi scaduti o geneticamente modificati; ma anche il tarocco di qualità ha spodestato mozzarella di bufala campana, parmigiano reggiano e pomodori italiani, importandoli dall’estero e ”spacciandoli”  come made in Italy. Il risultato? Gravi danni alla salute, ricoveri e notevoli perdite economiche per i produttori ed i commercianti italiani.

 

Casi di intossicazione alimentare e morti sospette

Nel 2012 l’OMS ha denunciato ben 582 milioni di casi di malattie da generi alimentari contraffatti o scaduti. La giornata mondiale della salute alimentare e’ stata istituita nel 1948 e da allora è diventata un appuntamento fisso per tirare le somme sui pericoli che si annidano e si nascondono sulle tavole degli Italiani. L’evento è contraddistinto da un hashtag #foodsafety per ricordare a tutti l’importanza della corretta alimentazione che passa attraverso i controlli della qualità e della provenienza dei cibi.

I patogeni più pericolosi per la salute

A mietere maggiormente vittime ci pensa la Salmonella Tiphy con ben 51 mila decessi e l’Escherichia Coli con 37mila morti egistrati solo nell’ultimo anno, segue poi il norovirus con 35 mila casi di collasso mortale. Dati preoccupanti che confermano i danni provocati dall’eccessiva globalizzazione e dall’aumento delle contraffazioni malavitose. Occhio dunque alla cottura attenta dei cibi, alla pulizia ed alla temperatura di conservazione. Celebriamo la salute con la consapevolezza!

 

Share: