Wedding Bus, nuova mania degli sposi

Valeria Russo
no comments

Il giorno delle nozze è qualcosa di unico, magico. E c’è chi, pur vivendo nel 2017, desidera fare le cose in grande. Spesso la realtà è ben diversa dalle fiabe, alle volte però le supera. E allora perché non sposarsi su un autobus o affittare un intero mezzo per trasportare tutti gli invitati, contemporaneamente da casa alla chiesa, e da qui al ricevimento? Si chiama “wedding bus” ed  è l’ultima tendenza dei matrimoni  per garantire relax e divertimento a tutti, compresi gli “ex parenti serpenti”. Una bell’idea che sembra venire, come sempre, d’oltreoceano.

Quali vantaggi di un wedding bus per gli invitati? 

Prima di tutto viene superato il problema del parcheggio, che è uno degli scogli più grandi quando si deve correre per non fare tardi alla cerimonia nuziale. E poi, pensate al lato positivo: facendo viaggiare su un autobus 50/100 invitati, si creerà dialogo, empatia e magari molti faranno pace, altri troveranno l’amore, ancor prima di cogliere al volo il pluriatteso bouquet della sposa! E dulcis in fundo, il  wedding bus salverà molte vite, soprattutto di chi è abituato ad alzare un po’ troppo il gomito durante il banchetto nuziale.

Il wedding bus spopola in Italia

Un solo autobus che conduca tutti felici a casa, anche se un po’ su di giri o semplicemente stanchi, può trasformare un matrimonio infinito in una piacevole e lussuosa giornata di divertimento. I costi? Sono abbordabili per tutti, basta solo prenotare in anticipo: diciamo un tre mesi prima delle nozze, quando il numero dei partecipanti confermati sarà già ben chiaro.

E con il wedding bus non c’è rischio di lasciare a piedi nemmeno le rispettive suocere. 

Categories:

About Valeria Russo

Giornalista Pubblicista...“curiosa al punto giusto”. Amante dei viaggi e della cucina. Come reporter ha esordito sul quotidiano Il Roma nel novembre del 2007. Ha collaborato con testate on line come: NapoliVillage.it, Julie News, NapoliToday.it, il Mattino, HuffPost, Blasting News. E' sempre “on the road” a caccia di verità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *