TUTTE LE NOTIZIE

Vigilia di Ferragosto non mangiare carne: ecco perché

Vigilia di Ferragosto non mangiare carne: ecco perché

L’estate è nel pieno della sua bellezza. E come ogni anno ci siamo: è la vigilia di Ferragosto

Da sempre è una giornata in cui preferisco non mangiare carne e salumi, uova e altri alimenti di origine animale, perché nella mia famiglia mi hanno sempre insegnato che la tradizione-non solo religiosa, ma soprattutto napoletana- vuole così. 

Ricordo che mia nonna Ida comprava un misto di frutti di mare, spigola, baccalà, calamari e gamberoni e iniziava a cucinare dalla sera prima della vigilia di Ferragosto. Era una grande festa, un rito estivo che porto nel cuore. E ho sempre atteso quelle due emozionanti e mistiche giornate di agosto, ricche di spiritualità.

Mangiare carne è una colpa?

Certamente, mi ha sempre incuriosita il fatto che alla vigilia dovessimo mangiare sempre e solo pesce. 

Poi ho scoperto perché! Non mangiare carne vuol dire rinunciare alla corporeità e dedicarsi esclusivamente allo spirito. Il 14 agosto è il giorno che precede la gloria di Maria Santissima Assunta in cielo in anima e corpo dopo aver completato il suo percorso terreno. È un dogma di fede celebrato da tutte le chiese cristiane a partire dal 1950 per istituzione di papa Pio XII. 

Vigilia di Ferragosto non mangiare carne: ecco perché

C’è chi liberamente segue la tradizione di mangiare a base di pesce alla vigilia di Ferragosto, pur professandosi ateo, agnostico e così via. Quindi è meglio anche non mangiare carne a Ferragosto? Al contrario, il giorno 15 agosto la carne è permessa, perché è la festa della Madonna Assunta in Cielo. E ogni regione segue la sua tradizione gastronomica a tavola, ma tutte concordano nel mangiare l’anguria a fine pasto.

Il rosso del frutto e i suoi semi sono simbolo del seme che non nasce e non muore, proprio come la Vergine Maria che rinasce ed è Assunta in cielo in anima e corpo. Ecco che il 15 agosto sulle tavole di tutti c’è “pane e melone” o “mellone acqua”. 

Cosa fare a Ferragosto

Tra le cose da fare a Ferragosto, oltre a non mangiare carne il 14 agosto,  c’è sicuramente da organizzare la braciata di carne con gli amici, i gavettoni in riva al mare -sempre nel rispetto degli altri bagnanti- una festa a base di chitarra e buon vino davanti ad un falò in spiaggia (ma solo dove è ancora consentito per non incorrere in denunce e multe salatissime). 

Le donne amano trovare nuove acconciature da esibire in spiaggia durante i tradizionali fuochi d’artificio di Ferragosto. Quest’anno fasce per capelli, fermagli dorati o con strass e perline, colori fluo e acconciature con gel fanno da padroni a qualunque altro colpo di spazzola e phon!

Buon Ferragosto perché si dice?

Per trascorrere una buona vigilia di Ferragosto ho scelto di passare qualche ora in totale relax con la mia famiglia in riva al mare, coccolata dalla brezza e da un buon piatto di spaghetti allo scoglio. Giusto per onorare e rispettare la tradizione di non mangiare carne ! Credo che a prescindere da quello che mangerete, l’importante è trascorrere questo periodo di festa con le persone amate, con la propria famiglia e in totale armonia con se stessi. 

Vigilia di Ferragosto non mangiare carne: ecco perché

Auguri di buon Ferragosto

Augurare buon Ferragosto è come dire buon anno, perché si conclude un periodo di lavoro e si apre una nuova fase di progetti per l’autunno che seguirà.

In un certo senso la festa del 15 agosto  riprende il suo significato originario: con i Consualia romani in onore del dio Conso si celebrava la fine dei lavori agricoli e l’inizio del riposo. E oggi, come allora, celebriamo un nuovo inizio, ricco di nuovi propositi. 

Ferragosto etimologia

La parola Ferragosto nasce nell’antica Roma e deriva dalla locuzione latina Feriae Augusti, ovvero il riposo di Augusto proprio perché fu voluta dall’imperatore romano nel 18 a.C. per celebrare la sua figura e per collegare le varie festività di agosto in un lungo periodo di relax.

Ottaviano Augusto stabilì che il Ferragosto iniziasse il primo giorno del mese di Augustus, in seguito la Chiesa Cattolica spostò questa usanza pagana al 15 agosto, giorno di Maria Assunta in cielo.

Ed ecco perché diciamo buon Ferragosto: da un lato per eredità romana di questo rito e dall’altro per celebrare l’assunzione in cielo della mamma di Gesù. Ancora una volta paganesimo e cristianesimo convivono in armonia in questa festività estiva. 

Vigilia di Ferragosto non mangiare carne: ecco perché

Ora che hai scoperto perché non mangiare carne alla vigilia dell’Assunta è un atto di amore verso la propria spiritualità, non ti resta che festeggiare in allegria con i tuoi cari.

Da cristiana cattolica praticante onoro questa festività con la Santa Messa di precetto e mortifico la carne, ovvero il mio corpo, osservando il digiuno e rinunciando a qualcosa che desidero: cioccolata, gelati, un caffè in più.

Auguro a tutti voi lettori del mio blog un felice Ferragosto, che sia ricco di belle emozioni e di anguria, come la tradizione vuole! 

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.