Curiosità

The Gulf Of Naples Indipendent Film Festival: una notte da Oscar in città

The gulf of Naples indipendent film festival

NAPOLI-Chi l’ha detto che le grandi pellicole si producono solo ad Hollywood? Anche il noto Steven Spielberg è partito dal nulla ed è arrivato in cima. La passione per il cinema è da sempre fucina di grandi talenti e produzioni uniche, spesso poco note al grande pubblico. Non per questo meno apprezzate. È proprio questo lo spirito alla base della kermesse cinematografica dal titolo “The Gulf of Naples Indipendent Film Festival“, ovvero promuovere film d’arte provenienti da ben 22 paesi del mondo. I lavori, 70 in tutto per questa edizione,  sono frutto di giovani menti con la voglia di realizzare grandi pellicole.

Il festival, giunto alla terza edizione, offre la possibilità di dare spazio alla settima arte e al cinema indipendente. Quest’anno insieme alla sezione lungometraggi e cortometraggi ci saranno due novità, ovvero documentari e animazione. Nato per caso dalla passione di “settima arte” dei suoi organizzatori Umberto Santacroce, Vittorio Adinolfi e Nicola Guarino, il The Gulf of Naples Indipendent Film Festival ha registrato subito enormi consensi e adesioni da ogni parte del mondo.

The gulf of Naples indipendent film festival

The Gulf of Naples premia l’intercultura

Il risultato? Una grande occasione per far incontrare e confrontare culture e storie diverse, tecniche e tematiche di ogni tipo, trasformando la rassegna in qualcosa di più. E quale agorà migliore dell’istituto Pontano per accogliere questo tripudio di cultura, storia e cinema? Dal 18 al 20 maggio sarà allestita presso l’Istituto Gesuita una mostra di locandine cinematografiche d’epoca, provenienti dalla collezione privata di Alberto e Rosaria Bruno, dedicata allo “Spaghetti Western”, filone nato in Italia alla metà degli anni ‘60.

The Gulf of Naples Indipendent Film Festival approda all’ Istituto Pontano

Il Pontano è da sempre una scuola al passo con i tempi,  attenta alla cultura nelle sue numerose sfaccettature e non a caso si fa portavoce di questo festival del cinema, infatti è da tempo che l’istituto ha inaugurato la Pontano Music Academy, presieduta da Cicci Serra e guidata dalla direzione artistica del maestro Francesco Capriello, che organizza corsi di musica e canto professionale per i suoi studenti. Proprio lo scorso 12 maggio 2017 a Torino hanno vinto la competition musicale  “Diamoci un tono” (disputata tra le scuole della rete Gesuiti Educazione) conquistando il primo posto con Giuseppe Cardarelli per la categoria Strumentisti e il terzo posto con Alessandra Greco per la categoria Cantanti, entrambi studenti del Pontano. Musica e cinema si incontreranno tra le pareti di Palazzo Cariati, sede della scuola, per una settimana indimenticabile.

La giuria della The Gulf of Naples è davvero speciale quest’anno, infatti per la prima volta sarà a carattere internazionale e composta dai registi vincitori delle precedenti edizioni, entusiasti di passare la staffetta ai prossimi fortunati.

Una settimana densa di emozioni, occasione di divertimento, di confronti culturali e grande passione cinematografica che si concluderà con una premiazione in stile “Napoliwoodiano” sabato 20 Maggio 2017 presso l’Istituto Pontano al corso Vittorio Emanuele 581 (Napoli) al termine dell’ultima proiezione delle pellicole in gara prevista per le ore 18. Sarà proprio una serata da Oscar…

Impossibile mancare!
Share:

Rispondi