TUTTE LE NOTIZIE

Sono la testimone della sposa, ora che faccio?

testimone della sposa

Tutti sarete stati invitati almeno una volta ad un matrimonio, forse anche di più. E vi è mai capitato che la vostra migliore amica vi abbia annunciato di essere in procinto di sposarsi e di avervi nominata sua damigella d’onore o meglio testimone della sposa? Una bella responsabilità, sicuramente, ma anche un grande privilegio. Significa che vi considera la sua più cara amica e si fida ciecamente di voi.

La damigella d’onore nella storia

Questa figura tanto amata dalle spose, specialmente negli Stati Uniti, affonda le sue radici nella notte dei tempi, ovvero nell’Antica Roma, quando le donne si vestivano nello stesso modo della sposa per confondere gli spiriti maligni che volevano attaccarne la purezza.

E ancora oggi, il compito principale della testimone di nozze è quello di allontanare lo spirito maligno dello stress dalla sposa. Se non siete mai state damigelle prima d’ora non c’è da andare in panico. Basta rispettare alcuni consigli degli esperti per non dare di matto e per supportare la sposa in tutto e per tutto.

Manuale della testimone perfetta

Prima di tutto ci vuole pazienza: ebbene sì perché preparare un matrimonio può essere molto stressante, soprattutto per la sposa, ma anche per le amiche della stessa. Se notate che la sposa inizia ad essere frustrata o insopportabile, non ricambiatela con la stessa moneta. Fate un bel respiro insieme e ricordate che la vostra amica futura sposina ha a che fare con tante preoccupazioni: dalla lista degli invitati al non superare il budget deciso con lo sposo, deve inviare le partecipazioni, scegliere il menù, la torta, prenotare la chiesa, i fiori…e scegliere l’abito da sposa.

Per non parlare della lista di nozze e la luna di miele. Cosa potete fare voi? Suvvia, siete la damigella d’onore. Fatela parlare, ascoltate cosa ha da dire e dopo lo sfogo vi sarà molto grata.

la testimone della sposa

Aiutate la sposa nelle piccole cose: in che senso? Dare una mano con i preparativi del matrimonio senza essere invadenti può essere un grande gesto di amicizia nei confronti della sposa. Non è che vi sta sbolognando tutte le preoccupazioni, siete la testimone della sposa non l’ufficio di collocamento, ma condividendo il da fare lei avrà meno stress e voi vi sentirete di grande aiuto. Potreste dare una mano nella scelta dei dettagli, come i gioielli da indossare e quali toni usare per decorare i tavoli. Alle volte basta semplicemente farla sorridere, soprattutto qualche ora prima del fatidico sì.

La mattina delle nozze portate con voi un piccolo make up da viaggio per aiutarla a ritoccarle trucco e capelli per le foto di rito. Potrebbe capitare che la sposa abbia crisi di pianto prima e dopo il si’! Non fatevi prendere anche voi dal panico, ma limitatevi ad esserci per la vostra amica. Il giorno delle nozze lo stress e la paura arrivano al culmine e possono esserci reazioni spontanee come lacrimare, appunto. Ad ogni modo, alla damigella d’onore, o meglio testimone di nozze, viene affidato anche l’arduo compito di organizzare l’addio al nubilato, e credetemi, non è per nulla facile mettere d’accordo tante teste di donne per far divertire la sposa e le stesse. C’è solo una regola fondamentale in questi casi: i gusti della sposa prima di tutto.

Quindi al bando le lamentele di tutte le amiche della sposa. Se la vostra amica non vuole spogliarellisti e problemi con il futuro sposo, infischiatevene dei vostri desideri. È la sposa che deve divertirsi, non solo voi!

Siate di supporto e offrite alla sposa una spalla sulla quale piangere in ogni momento. Rendetevi sempre disponibili quando lei vi scrive o vi telefona, perché un giorno questo favore vi verrà restituito. Certo, a meno che non litighiate per sempre. Questa è un’altra storia.

A parte tutto, se siete veramente amiche, essere la testimone della sposa è un grande onore e piacere. Ed è un po’ come vivere il proprio matrimonio con largo anticipo. Insomma ci si allena per quello che vi toccherà in futuro!

Follow:
Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.