Video

Save Donbass from Ukraine army, appello su YouTube

DONBASS (UCRAINA)- “Non vi dicono la verità su quanto sta accadendo nella nostra terra. La Tv e i media fanno passare solo quello che viene pilotato dalla politica italiana ed europea. A Donbass imperversa una sanguinosa guerra e ogni giorno persone innocenti vedono sconvolti i propri equlilibri” ha denunciato così Alina P., 55 anni, badante ucraina, a Napoli da cinque anni. E la verità corre sul web, attraverso i social network, come YouTube.

Save Donbass  from Ukraine army è l’hashtag più twittato al momento

In un video intitolato Save Donbass from Ukraine Army bambini ed adulti con vari cartelli scritti in cirillico fanno appello all’America, chiedendo di aprire gli occhi e di salvare le persone innocenti, vittime ogni giorno di una guerra che viene passata sotto silenzio da media ed autorità politiche. “Vogliamo essere liberi, vogliamo la pace” ribadiscono i protagonisti del video. Volti di donne e uomini provati e spaventati da quello che sta accadendo sotto i loro occhi.

Donbass assediata dal terrore

Le donne ucraine, badanti a Napoli, hanno scritto anche una lettera a Papa Francesco, domani in visita nel capoluogo partenopeo, chiedendo al Pontefice di intervenire per fermare questa ecatombe di ucraini. Queste donne hanno mariti, figlie, sorelle e amici in Ucraina, a Donbass, e vivono in costante apprensione per loro, ma la necessità e la povertà le impongono di restare dove sono.

Share:

Rispondi