Prurito a tutto il corpo, che cosa sarà?

Valeria Russo
no comments

Il prurito e quella irrefrenabile voglia di grattarsi. A chi non è mai capitato? Un po’ a tutti. Quando si soffre di prurito diffuso non sempre è determinato da azione di acari o allergie di altra natura. Spesso, dietro questo apparente fastidio si nasconde il campanello d’allarme di alcune patologie del fegato o dell’intestino. La pelle è come la cartina tornasole di tossine presenti nell’organismo. Insomma, il corpo manda i suoi segnali quando al suo interno qualcosa non va.

Il prurito a tutto il corpo cosa lo provoca?

Molte persone ogni giorno lamentano forte pruriti sulla pelle, che spesso provocano delle vesciche orticanti sulla zona sottoposta a sfregamento. Schiena, gambe e addome sono le zone del corpo sulle quali si verificano incontrollabili e insopportabili pruriti notturni. Questi fenomeni dell’organismo umano tendono ad alterare la qualità della vita di chi ne soffre. tra le cause del prurito diffuso potrebbe essere la parassitosi, ovvero la scabbia e la pediculosi; i pidocchi infatti si manifestano con pruriti in testa intensi e continui. Quando l’origine del prurito in tutto il corpo è una malattia infettiva di questo tipo allora è necessario intervenire con dei farmaci antimicrobici, antifungini o antibiotici specifici.In questi casi, gli esperti consigliano anche di evitare docce troppo calde e di mantenere la cute ben idratata evitando il grattamento il più possibile. Questo perché lo sfregamento della pelle contro asciugamani e vestiti può irritare la cute ancora di più.

La scabbia è una forma di infestazione parassitaria causata da un acaro; quest’ultimo deposita le proprie uova nell’epidermide, di qui i parassiti scavano cunicoli nella cute umana. Sulla superficie della pelle, in prossimità di tale parassiti, il dermatologo individua i focolai e ne verifica l’estensione. La presenza di bolle sul corpo spesso è il segnale di malattie esantematiche, comuni e diffuse tra i bambini: morbillo, varicella, scarlattina.  Bolle e prurito sono associate anche a forme di psoriasi.

Rimedi contro il prurito

Tra i rimedi naturali per il prurito spesso si usa il talco, l’aloe vera in formato crema, anche se sono noti per la loro efficacia anche una soluzione di aceto di mele e acqua, farina d’avena sciolta in acqua calda. Una pomata per prurito molto efficace è Dexeryl, emolliente e dermoprotettitva, oppure la crema al mentolo dell’ Aveeno; infine, lo spray anti-grattamento della Eucerin può essere un valido aiuto.

Diabete e prurito, quando preoccuparsi?

Il prurito su tutto il corpo può essere il sintomo di un aumento del tasso di insulina nel sangue. E quindi un campanello d’allarme di diabete. Le persone affette da questa patologia soffrono infatti di secchezza della pelle, meglio nota come xerosi, e quindi tendono a sentire l’esigenza di grattarsi anche senza eruzioni cutanee visibili. Altra spia del diabete è il piede diabetico, che tende a lesionarsi proprio per secchezza della pelle. Dalle fissurazioni del derma entrano facilmente batteri e funghi, che difficilmente guariscono. Un’analisi dell’emoglobina glicata può scongiurare ogni dubbio.

Non è detto che il prurito sia sempre nefasto, ma sicuramente è fastidioso e va eliminato prima che diventi cronico e patologico.

 

Categories:

About Valeria Russo

Giornalista Pubblicista...“curiosa al punto giusto”. Amante dei viaggi e della cucina. Come reporter ha esordito sul quotidiano Il Roma nel novembre del 2007. Ha collaborato con testate on line come: NapoliVillage.it, Julie News, NapoliToday.it, il Mattino, HuffPost, Blasting News. E' sempre “on the road” a caccia di verità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *