Pagine Facebook in tilt, post di news e video cancellati

Valeria Russo
no comments

Pagine Facebook sotto osservazione, i vecchi post sono cancellati dagli amministratori del social network perché considerati spam. Sono circa 24 ore che il social di Mark Zuckerberg segnala come spam tutti i post contenenti news e video. Numerose lamentele degli utenti che si vedono sparire i propri post dopo pochi minuti dalla pubblicazione o ricevono notifiche in cui i propri post sono stati eliminati in quanto spam. “Facebook hai delle falle belle grosse” tuona un utente sulla propria bacheca. Facebook non è più lo stesso da tempo ormai, soprattutto da quando Instagram ha preso il sopravvento attirando milioni di utenti con le numerose funzionalità di Ig story, Ig Channel e la possibilità di fare dirette con modifiche filtri. Ragione per cui Zuckerberg non ha perso tempo ed ha acquistato Instagram.

Troppi debug delle pagine Facebook

Ed ora Fb che fine farà? Sono in calo gli iscritti e quei pochi rimasti attivi si vedono mettere i bastoni tra le ruote dai numerosi e frequenti bug di aggiornamento. La rabbia però ha le ore contate. Basta poco per ripristinare il tutto: chi cerca una notizia su Facebook e non riesce più a visualizzarla deve segnalare agli amministratori che quel post non è spam. Le segnalazioni di questi post scomparsi dalle proprie bacheche fb e da quelle degli amici stanno arrivando da tutto il mondo in queste ore anche attraverso Twitter. Sembra che il social network di Zuckerberg stia perdendo colpi oppure che stia semplicemente aggiornando le sue impostazioni. Ormai siamo abituati ai capricci quasi settimanali dei developers. Dunque un bug momentaneo che sta mandando in tilt tutti quelli che condividono notizie e video sulle proprie bacheche. Basterà pazientare poche ore per vedere di nuovo la normalità fino al prossimo aggiornamento.

Perché Facebook non piace più?

I millennials, ovvero i teenagers, non sono più attirati da Facebook, ritenuto obsoleto e superato rispetto a nuovissimi social come SnapChat. Anche lo stesso Mark Zuckerberg è invecchiato. Quando Facebook esordì sul web era il 2004 e i nativi digitali erano entusiasti dalle possibilità offerte dal social network: ritrovare i compagni di scuola, mettersi in contatto attraverso lo sharing di foto e pensieri. Nel tempo però altri social hanno fatto le scarpe a Zuckerberg offrendo maggiori funzioni di condivisione e di interazione, basti pensare a Instagram e Google Plus (quest’ultimo vive un periodo piuttosto oscuro) fino a Tumblr e SnapChat, WhatsApp. La situazione delle pagine Facebook è precipitata da quando la piattaforma social ha aperto le porte alle pubblicità: nuove limitazioni per gli utenti, nuove leggi per le condivisioni di prodotti brandizzati…hanno trasformato il social dei ragazzi in uno strumento di lavoro e di vetrina per i brand. Triste storia di un social network che è invecchiato troppo in fretta con una perdita di milioni di utenti.

Categories:

About Valeria Russo

Giornalista Pubblicista...“curiosa al punto giusto”. Amante dei viaggi e della cucina. Come reporter ha esordito sul quotidiano Il Roma nel novembre del 2007. Ha collaborato con testate on line come: NapoliVillage.it, Julie News, NapoliToday.it, il Mattino, HuffPost, Blasting News. E' sempre “on the road” a caccia di verità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *