Napoli in festa: Nunzio Sulprizio finalmente santo

Giulia Russo
no comments

Qualcuno non ci sperava più e invece grazie a Papa Francesco, domani 14 ottobre 2018, si canonizzerà Nunzio Sulprizio, il giovane adolescente nato a Pescosansonesco il 13 aprile 1817. Le sevizie a cui fu sottoposto Nunzio, dopo la morte della nonna, furono numerose, perché il giovane non aveva più nessuno che potesse dargli da mangiare. Zio Mingo era un uomo violentissimo, si ubriacava spesso e arrabbiato con tutti percuoteva con una mazza il giovane Nunzio, che andò da lui per imparare il mestiere di fabbro.

Seguirono anni di maltrattamenti e il povero Nunzio morì ancora giovanissimo ricoperto da piaghe e ferite profonde. La causa di canonizzazione è stata favorita dalla guarigione inspiegabile di un giovane di Taranto coinvolto 10 anni fa in un incidente stradale, che sognò il giovane Nunzio e non ebbe danni irreversibili alla spina dorsale.

Nunzio Sulprizio canonizzato insieme ad altri santi

Ma numerosi ancora sono i miracoli a lui attribuiti “La giornata di domenica 14 ottobre vedrà tanti fedeli provenienti dall’Abruzzo-Questa bella notizia diramata da Monsignor Tommaso Valentinetti arcivescovo di Pescara ha portato brio dappertutto. “Un momento sobrio-dice l’arcivescovo-alla presenza del Santo Padre, dei cardinali, del postulatore della causa del santo e del maestro delle Cerimonie pontificie. Il giovane Nunzio,originario di Pescosansonesco,sarà proclamato santo in piazza San Pietro insieme a grandi della storia della Chiesa come Paolo VI e Monsignor Oscar Romero e insieme ad un sacerdote della Diocesi di Napoli,Don Vincenzo Romano.

nunzio sulprizio santo

Foto by @furu

“E’ meraviglioso- aggiunge Valentinetti-vedere salire agli Altari un giovane bistrattato, sfruttato e percosso da innocente. E’ come se Dio ritornasse sulla terra a soffrire le sue pene attraverso questo meraviglioso Nunzio Sulprizio”.

Napoli si prepara alla festa con grande gioia,specialmente Piazza Dante sarà invasa da molti fedeli  che accorreranno da ogni parte con canti, preghiere e processioni. Il Beato Nunzio, che in primis, era solo protettore dei disoccupati, ora viene considerato protettore degli invalidi. Perché? Egli stesso morì offeso ad una gamba con una piaga mortale. Ecco che oggi è molto vicino a chi per sofferenze varie è costretto a vivere su una sedia a rotelle. “La Madonna è vicina” diceva il giovane Nunzio.

nunzio sulprizio santo

Foto by @furu

Piazza Dante in festa per la canonizzazione di Nunzio Sulprizio

Stamani abbiamo intervistato alcune persone in sosta caffè al bar Fico, che sporge in prima linea di fronte alla Chiesa Domenico Soriano. “Sono felicissimo, ci dice Antonio uno dei camerieri del bar, Nunzio è considerato da tutti noi la nostra mascotte. Ogni giorno prima di aprire il bar vado in chiesa a chiedere la sua protezione. Il ristoratore della pizzeria Convivium si sente pronto a cucinare lunedì sera tanta pasta e carne per i poveri di Nunzio Sulprizio”.

nunzio sulprizio santo

foto by @furu

“Noi faremo caffè, cioccolata calda e cornetti gratuitamente per i pellegrini che sosteranno qui davanti” ci dice ‘Napausa caffetteria e tavola calda di piazza 7 Settembre. “Viva Nunzio!” esclama una anziana signora “io sono invalida e appartengo alla parrocchia di Nunzio. Sarei voluta andare alla canonizzazione a Roma, ma sono troppo vecchia. Vuol dire che pregherò da qui”.

IL PROGRAMMA: 

Domenica 14 ottobre 

ore 3.00 Partenza dei pulman per Roma

ore 10.15 Santa Messa in piazza San Pietro presieduta da Papa Francesco

ore 18.30 rientro dei pellegrini da Roma, saluto al Santo, Inaugurazione del Museo Parrocchiale, momento di festa

Per chi resta a Napoli, nella chiesa di San Domenico Soriano in Piazza Dante le Sante Messe si celebreranno alle ore 8.30-10.00-12.00

 

 

Categories:

About Giulia Russo

Super Mamma, giornalista e scrittrice. Ha tante passioni, ma l'amore per la recitazione vince su tutte. Ha collaborato con testate locali come La Riviera, Libero, Lo Strillo, Il Giornale di Napoli- Il Roma, Politica Meridionalista. Opinionista satirica su Canale 50 di Pisa (L'Impallato e Panni Sporchi). Ha scritto due libri "Napoli Antica e Napoli Polemica"; "Vincenzo Dattilo, il più napoletano dei napoletani" editi da Firenze Libri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l'informativa estesa sui cookie<br>
<a href="https://www.lecodellaverita.it/cookie-policy/">Informativa estesa cookie</a>
<a href="https://www.lecodellaverita.it/informativa-privacy/">Informativa Privacy</a>.