Da non perdere

Mediterraneo Antirazzista, Scampia una società senza frontiere

mediterraneo antirazzista

NAPOLI- Torna per il quinto anno consecutivo, rinnovando il suo impegno nel percorso del Mediterraneo Antirazzista, la manifestazione culturale e sportiva di carattere nazionale che parte da Palermo per arrivare fino a Milano, passando per Lampedusa, Genova, Roma, che vede al centro lo sport come strumento per abbattere frontiere e costruire diritti.

L’appuntamento napoletano del “Mediterraneo Antirazzista on the road” è previsto per il 13 ed il 14 maggio e si estenderà tra la periferia Nord della città e il suo centro storico. Il Mediterraneo Antirazzista nasce a Palermo nel 2008 e si diffonde nel corso degli anni in varie città d’Italia animate dal desiderio di dedicare delle giornate allo sport come strumento di condivisione delle tematiche sociali connesse alla diversità culturale.

La manifestazione vuole essere un’occasione di aggregazione attraverso lo sport, la musica e la convivialitàintorno ai temi del multiculturalismo, della ricchezza delle diversità, della riappropriazione degli spazi pubblici, del Mediterraneo come crocevia di culture ma anche come luogo di speranza e purtroppo molto spesso anche di morte. Il Mediterraneo Antirazzista Napoli anche quest’anno sarà dedicato alle vittime del Mediterraneo e a coloro che continuano a lottare per sentirsi parte della città (nonostante, in molti casi, siano stanziali da decenni, e malgrado questo siano considerati ancora nomadi), e dunque a coloro che si battono per il diritto all’abitare, contro gli stereotipi, le speculazioni, le strumentalizzazioni e le discriminazioni etniche, sociali e sessuali. A tale proposito anche quest’anno il comitato organizzativo ha lanciato la proposta ad ogni squadra in gara di realizzare un video, un disegno, un fumetto, una poesia, un racconto o uno slogan che abbia a che fare con i temi dell’antirazzismo. Gli elaborati saranno esposti durante l’evento.

La tappa napoletana del Mediterraneo Antirazzista si aprirà venerdì 13 maggio a Scampia, appuntamento alle 15:00 per la consueta parata di artisti di strada e biciclette che accompagnerà i partecipanti da Piazza Giovanni Paolo II (punto di concentramento), ai campi dove si svolgeranno i tornei antirazzisti, prima tutti insieme all’Arci Scampia per una calda accoglienza, dove si fermeranno i giocatori dei tornei di biliardino e calcio delle categorie under 16, mentre gli iscritti al torneo di calcio over 16 proseguiranno verso lo Stadio Comunale di via Hugo Pratt. Gli iscritti al basket invece proseguiranno per i campi di Parco Corto Maltese dove ci sarà anche il rugby ed il bike polo.La giornata si concluderà con un momento conviviale all’ArciScampia.

Sabato 14 maggio la manifestazione avrà inizio la mattina alle ore 10.00 a Largo Dino Battaglia (tra Via F.lli Cervi e il Campo di Via Hugo Pratt), dove è in fase di realizzazione il “Giardino dei cinque continenti e della nonviolenza”, espressione del “Progetto Pangea” che vede impegnati, in una intensa e significativa rete, le scuole superiori e numerose associazioni del territorio.  Un percorso di formazione alla nonviolenza, ma anche di riqualificazione urbana dal basso. Sarà inaugurata una Mostra sui “personaggi della nonviolenza” ai quali vengono dedicate le singole aiuole e dove sarà installata una scultura in legno, raffigurante un Pinocchio, realizzata dal “Gruppo zoone” del Centro diurno “la Gatta blu”.

Dalle 11:00  invece si terrà il dibattito presso l’ArciScampia “Voci dal Mediterraneo” sulle tematiche della migrazione, del Mediterraneo come incrocio di culture e del significato di questa manifestazione che si estende sempre di più in tutta Italia.

In serata (ore 20.00) ci si sposta in centro storico di Napoli in Piazza Banchi Nuovi, per festeggiare il quinto anno di Mediterraneo Antirazzista Napoli all’insegna della buona musica con MA.GI.CA. Riddim e rete Co’Mar – NAFrythm.

Il Mediterraneo Antirazzista aderisce alla Campagna Internazionale Cartellino Rosso all’Apartheid Israeliana –promossa a Napoli dal Comitato BDS Campania. Ai Palestinesi continuano ad essere negati diritti elementari ed impedita la stessa pratica sportiva, anche l’esperienza della Task Force voluta dall’ex presidente della FIFA non è riuscita a rimuovere i pesanti ostacoli che mutilano la vita sportiva palestinese e sono strumento di discriminazione.

Il Mediterraneo Antirazzista Napoli è frutto di cooperazione tra diversi gruppi cittadini ed è promosso dal Comitato Spazio Pubblico di Scampia (ArciScampia, BandaBaleno, Chi rom e chi no…-Chikù,, Centro Territoriale MaMMut, Centro Hurtado-AQuaS, Circolo Legambiente LA GRU, Coop. Era, Dream Team – Donne in Rete, I Pollici Verdi, CDR Gatta Blu, GRIDAS, Gruppo Zoone), insieme a:ASD Stella Rossa 2006, ASD Funiculà, Centro Insieme, Circo Corsaro, Scampia Rugby.

Si ringrazia: l’ Istituto Professionale Vittorio Veneto , Croce Rossa Italiana, l’VIII Municipalità del Comune di Napoli per aver contribuito a realizzare l’iniziativa.

Nota Stampa

Share:

Rispondi