Curiosità

La Napoli Positiva sorride in 300 scatti

Questo slideshow richiede JavaScript.

Qual è la Napoli che vogliamo? Non certamente quella di una carta sporca o delle strade rotte, non quella degli scippi o della paura. La Napoli che vogliono i napoletani è quella ottimista, che cerca di trovare sempre il bello che si nasconde agli occhi dei “luoghi comuni”.

NAPOLI- E’ sulla base di questi propositi che è stato prodotto il fotodocumentario la Napoli Positiva: ben 300 immagini in un cortometraggio di 35 minuti, che raccontano on the road la Napoli vivace ed emozionante, fatta di storia e leggenda, di cultura e di “brava gente”. Il progetto no profit è stato realizzato dal laboratorio Fotografia Sociale dell’associazione No Comment, in appoggio alla prima edizione dell’Iniziativa “Napoletiamo” per la valorizzazione e il rilancio dei Beni Culturali della Regione Campania. Il fotodocumentario sarà proiettato nella Cappella Croce di Lucca a Napoli, grazie alla concessione della S.U.N., fino al prossimo 21 giugno ai seguenti orari: 18,00 – 19,30 – 21,00. La visita è aperta al pubblico tutti i giorni dalle ore  9 alle 23.

La Napoli Positiva che parla in uno scatto

Non solo documentari, ma tanta napoletanità e cultura grazie all’iniziativa Napoletiamo, promossa dal Comune di Napoli, Art Italy, Chiosco Vittoria e dall’associazione AGOP associazione genitori oncologia pediatrica. Un contributo prezioso è stata la collaborazione della scuola di Medicina e Chirurgia della SUN che ha messo a disposizione la storica sede di piazza Miraglia. Ad accogliere i numerosi visitatori ci saranno panchine trasformate in librerie, libri parlanti sulla storia della città e la proiezione della Napoli che sorride.

La Napoli Positiva sarà visibile fino al 21 giugno

La kermesse intende promuovere gli aspetti positivi della città partenopea, contribuendo alla valorizzazione ed alla solidarietà. Infatti, gran parte dei proventi della vendita degli oggetti e dei libri in esposizione sarà devoluta all’A.G.O.P., associazione da sempre impegnata per supportare le famiglie dei bambini malati di cancro. Un modo per abbracciare Napoli e i suoi piccoli angeli. La Napoli positiva chiama, il napoletano risponde.

Share:

Rispondi