Spettacoli & Tv

I racconti di Tamara Brazzi, emozioni a cuore aperto

Scrivere è il verbo preferito dell’anima,dà corpo alle emozioni ed è capace di suscitarne ancora altre più grandi e più belle. È proprio questo che accade sin da quando era bambina a Tamara Brazzi, scrittrice divisa tra Torino e New York. Tamara ha la penna sempre in tasca, amica inseparabile delle sue giornate.

E’ già possibile trovare nelle migliori librerie il suo ultimo lavoro “I racconti di Tamara”, edito da Umberto Soletti. È una summa di racconti, frutto di un percorso emozionale e di crescita, fatto dalla scrittrice nel corso dei suoi viaggi a New York, a contatto con persone di varie età e culture, dalle personalità ricche di sfumature.

La Brazzi ha esordito con il romanzo “La leggenda dell’amore”, presentato al Greenwich Village di New York e vincitore del premio narrativa nel 2011. Segue “Il poster di New York”. Due occhi azzurri e capelli bianchi come la neve scuotono l’animo della Brazzi, inaugurando le stagioni del cuore. L’amore è bello ad ogni età, ma acquista valore solo nel tempo.

I sentimenti trionfano con Tamara Brazzi 

E’ facile imbattersi in volti nuovi ed essere coinvolti nelle valore vite, soprattutto passeggiando per Central Park. È così che inizia la trilogia letteraria di Tamara Brazzi, dando forma a tre diversi racconti, muovendo dalle vicende di Claudia e Margherita, due donne di età differente, ma entrambe alla ricerca del vero amore. Una storia emozionante, che invita alla lettura per scoprire se Margherita, la dolce vecchina, grazie all’aiuto della sua giovane amica Claudia, riuscirà a ritrovare Dylan, l’uomo della sua vita, lasciato in attesa in gioventù a New York.

Più racconti, un solo filo conduttore

Segue il racconto del Signor Grande, storia di un amore adolescenziale, ritrovato in età matura e vissuto in una nuova prospettiva. È proprio l’amore a muovere le corde dell’anima della Brazzi, che affida alla penna tutte le emozioni che capta dalla realtà circostante. Il libro si conclude con le vicende del maestro Giorgio, fagocitato dai social network e da relazioni finte e idealizzate, che alla fine scoprirà il vero volto dell’amore…

Un vaso di Pandora, ricco di sentimenti, che vale la pena vivere attraverso la creatività di Tamara.

Share:

Rispondi