Cosa fare a Chianciano Terme: la vacanza per depurare l’organismo

Valeria Russo
no comments

È iniziata quasi per gioco la mia estate on the road. Cercavo un diversivo al solito mare ed elioterapia a base di lettino e ombrellone. Ho sempre desiderato fare qualcosa di nuovo ed insolito. E così ho deciso di scoprire nuovi posti, nuove modalità di relax. La voglia di rigenerarmi e di rilassarmi, lasciando andare i dispiaceri, lo stress e l’ansia accumulata durante l’anno, mi ha condotta nel cuore della Toscana, a Chianciano Terme, comune in provincia di Siena a circa 500 metri di altezza. Questo luogo, come ben saprete, è rinomato proprio per le sue acque benefiche per la cura del fegato e della pelle e per le terme sensoriali. La zona terapeutica delle terme di Chianciano si sviluppa tra la Val D’Orcia e la paludosa Valdichiana .

Come arrivare a Chianciano Terme

Sono arrivata con il treno da Napoli a Chiusi (un grande Intercity economico e puntuale) e poi alla stazione un autobus circolare mi ha portata in 45 minuti fin su a Chianciano. La cittadina originaria è arroccata su un promontorio, circondata da antiche mura medievali. Tutta intorno si estende invece la Chianciano più nuova, quella nota soprattutto per le stazioni termali. È stato davvero un piacere girare a piedi lungo le strade panoramiche, che davano sulla Valdichiana, godendo dello spettacolo della natura.

chianciano terme centro storico

Chianciano Terme cosa vedere

E per i più pigri la città si è dotata di un trenino panoramico che al costo di 6€ porta I turisti da un capo all’altro di Chianciano, ovvero dal centro storico a quello termale e viceversa. A proposito di luoghi da visitare a Chianciano: se andate verso il nucleo antico non potete non visitare il museo degli Etruschi. Quest’ultimo è considerato uno dei più belli proprio per la ricchezza degli oggetti esposti. La visita è organizzata per sezioni tematiche con suggestive ricostruzioni e video. Il Museo è ospitato all’ interno di un antico granaio dell’Ottocento.

chianciano terme centro

E se siete stanchi di girare, allora una sosta è d’obbligo. Vi consiglio di sedervi al Bar del Centro Storico, al cui interno c’è una magica balconata sulla quale sono serviti caffè, dolci toscani deliziosi e si può godere del meraviglioso panorama delle valli toscane. Addentrandosi nel centro storico è possibile ammirare la torre dell’orologio con la panoramica ed è un incanto attraversare a piedi le stradine medievali con i balconcini fioriti e le sedie colorate usate come vasi.

Terme in Toscana: quali proprietà hanno le acque termali di Chianciano?

Le acque di Chianciano erano note già agli Etruschi e ai Romani, che qui vi edificarono un centro abitato. E acque termali sgorgano da quattro sorgenti naturali: Acqua Santa, Acqua Fucoli, Acqua Santissima, Acqua Sillene. Ognuna di esse esercita un’azione benefica sull’organismo.

Acqua Santa è una sorgente a base di bicarbonato-solfato calcica con la proprietà depurativa. Inoltre è in grado di attivare il metabolismo favorendo l’espulsione delle tossine dal corpo. È ideale per chi vuole depurarsi dopo aver assunto troppi farmaci. È specifica per depurare il fegato ingrossato e le vie biliari.  Si dovrebbe bere alle prime luci del mattino a digiuno e  per avere efficacia la si deve assumere per 12 giorni. E’ un ottimo antidoto alla steatosi epatica, provocata da un eccesso di trigliceridi (colesterolo cattivo) nel sangue.

Acqua Fucoli è una sorgente fredda di 16.5 gradi e se bevuta nel pomeriggio, a fine digestione, incrementa la motilità intestinale e previene tutti i processi infiammatori dell’apparato gastrointestinale.

chianciano terme sensoriali

Acqua Santissima è ideale per chi soffre ai bronchi e alla trachea. L’acqua sgorga con una temperatura di 24 gradi esercitando un’azione antinfiammatoria e mucolitica. Un vero toccasana da completare con la Haloterapia (dal greco Als sale) ovvero la stanza o grotta del sale, in cui sostare e respirare in total relax in sedute da 30 minuti. Un’azione incredibile (provata su me stessa) per liberare i bronchi da muco e tossine.

Acqua Sillene è specifica per la preparazione di fanghi termali ed è usata per la cura della pelle. E’ ideale per la balneoterapia carbogassosa sia per le patologie vascolari sia per quelle reumatiche.

La magia di Chianciano Terme consiste anche nella terapia del silenzio. La città è avvolta dal verde e dal melodioso canto degli uccellini. Tutto intorno regna pace e quiete. Durante le sere d’estate si può brindare a bordo piscina in uno dei meravigliosi hotel con offerte benessere. Sono tantissimi i complessi alberghieri dotati di piscine sensoriali e aree benessere in cui potersi rilassare e ritrovare se stessi e la buona salute.

chianciano terme trenino

Cosa mangiare a Chianciano Terme?

I numerosi ristoranti (anche se il mio preferito per rapporto qualità prezzo resta il ristorante Le Fonti su Viale della Libertà) offrono una cucina tipica senese a base di pappardelle alla lepre, bistecca alla fiorentina, pappardelle con cinghiale, pici alla senese. Insomma, una vera goduria per il palato.

Chianciano Terme è la meta ideale per chi desidera visitare la Toscana senza rinunciare al relax. La città è a pochi chilometri da Siena, da Montepulciano e dalle principali località marine. Gli autobus collegano con frequenza e puntualità la cittadina di Chianciano con tutte le località di interesse del turista.

chianciano terme valdichiana

Chianciano è stata la mia tappa relax dell’estate. Fatto il pieno di benessere sono ripartita alla scoperta dei vitigni del senese.

Alla prossima puntata!

Categories:

About Valeria Russo

Giornalista Pubblicista...“curiosa al punto giusto”. Amante dei viaggi e della cucina. Come reporter ha esordito sul quotidiano Il Roma nel novembre del 2007. Ha collaborato con testate on line come: NapoliVillage.it, Julie News, NapoliToday.it, il Mattino, HuffPost, Blasting News. E' sempre “on the road” a caccia di verità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l'informativa estesa sui cookie<br>
<a href="https://www.lecodellaverita.it/cookie-policy/">Informativa estesa cookie</a>
<a href="https://www.lecodellaverita.it/informativa-privacy/">Informativa Privacy</a>.