TUTTE LE NOTIZIE

Contenuti di qualità SEO per aumentare ranking ed engagement

Contenuti di qualità SEO per aumentare  ranking ed engagement

Che significa SEO? In inglese è Search Engine Optimization, in italiano è traducibile come “buone pratiche di ricerca”. Ovvero, scrivere contenuti di qualità che aumentino lo user engagement.

Scrivere testi per siti web non è una cosa semplice e non è per tutti. I contenuti di qualità contribuiscono ad accelerare la crescita di un blog. Quando parliamo di tecniche SEO intendiamo tutta una serie di buone pratiche quotidiane finalizzate al miglioramento della struttura di una pagina web, della presenza di parole chiave che possano posizionarsi su Google e molto altro. L’indicizzazione SEO non si improvvisa da un giorno all’altro, ma richiede un minimo di studio dei principi base della materia. Una buona strategia SEO va pianificata, monitorata e modificata in itinere. 

Aumentare engagement e ranking 

La SEO serve a  misurare la qualità e l’unicità dei contenuti di un sito web. Se una pagina è piena di errori di battitura e si presenta completamente scorretto nella grammatica, allora questo può essere visto da Google come una forzatura editoriale messa nel testo. Non va bene. Potreste finire nella Cannibalization di Google e rischiereste di perdere traffico web e visibilità online. 

La SEO analizza anche il livello di leggibilità di un testo online. Troppe frasi passive, periodi lunghi, o keyword ripetute più di 11 volte ,sono un segnale di testo sovraottimizzato e quindi potrebbe subire penalizzazione

Come misurare contenuti di qualità?

Un altro fattore di analisi seo è la misurazione del livello di interazione tra il sito e gli utenti che lo visitano. Ad esempio, se un gran numero di utenti che visita la pagina web, dopo aver cliccato su un risultati di ricerca, subito esce dal sito di riferimento e torna ai risultati di ricerca, allora questo sarà un indicatore di un contenuto di scarsa qualità. 

Quest’ultimo aspetto viene considerato attraverso l’algoritmo Panda lanciato da Google lo scorso 23 Febbraio 2011. Il grande motore di ricerca ha accesso a un gran numero e di dati che può usare per misurare come gli utenti interagiscono con il tuo sito o blog. 

Tra gli elementi che Google Analytics prende in considerazione per analizzare il rendimento e le potenzialità di un sito web ci sono: 

Bounce Rate (che roba è? In effetti non ne capivo nulla nemmeno io all’inizio) è la percentuale dei visitatori che visitano solo una pagina del sito. 

Time on site è il tempo trascorso dall’utente sul tuo sito/blog. 

Page views per visitor è il numero di pagine viste dal visitatore sul tuo sito. 

Link Analysis misura chi sta linkando ad un sito o a una pagina e cosa stanno dicendo a riguardo. Le anchor texts (parole di ancoraggio) devono puntare su parole chiave di ricerca, ma senza forzare la grammatica, altrimenti si cade in penalizzazioni. 

Contenuti di qualità SEO per aumentare  ranking ed engagement

Quali sono i fattori di ranking? 

Secondo l’analisi svolta attraverso tool come Moz è possibile individuare cosa influisce nell’aumento del ranking di un sito, ovvero la sua autorevolezza agli occhi di Google. 

  • Il livello di link di un dominio: è un’analisi cumulativa di tutti i link del dominio. Questo include fattori come il differente numero di link al dominio, la trust/ authority del dominio, la percentuale di nuovi link inbound e molto altro.
  • Page-level keywords and content: si intende l’uso della keyword/ parola chiave in particolari punti del codice HTML della pagina. Per dirla in modo più semplice, bisogna mettere la parola chiave scelta nel Title dell’articolo, nel tag H1, nel tag alt delle foto e così via. 
  • Il numero di link: sia i link interni, sia quelli on page, il numero di followed links, la quantità dei no follow links. Anche questo numero non dovrebbe mai essere esagerato, altrimenti abbassa il ranking. 

Questi ovviamente sono solo alcuni dei fattori più importanti considerati per l’autorità di un sito web. 

E cosa fa diminuire il ranking di un sito? È possibile stabilire anche quali sono i fattori negativi che possono danneggiare il traffico e l’autorevolezza di un sito. Dunque non basta saper scrivere contenuti di qualità in ottica seo, ma vanno considerati anche elementi di rischio.

Tra di essi: 

  • La presenza di malware nel sito, cioè virus che entrano nel dominio. In una situazione così compromessa la presenza di contenuti di qualità viene annientata dalla minaccia del Troian.
  • La presenza di link che puntano a gambling, mercato del sesso e altri link a pagamento che veicolano traffico ad un sito che non ha nulla in comune con il vostro blog. 
  • Il Cloaking ovvero l’occultamento di testo manipolando le keywords.
  • Page speed: la velocità del sito da mobile e da pc è fondamentale per garantire l’autorità di un sito. Se una pagina carica lentamente non sta rispondendo alle esigenze del visitatore. 

Come vedere quante pagine del sito sono state indicizzate? 

Per scoprire con certezza a quante pagine/ post/ articoli del vostro blog sono state indicizzate da Google basterà scrivere nella barra di ricerca dello stesso la seguente formula:

site:www.lecodellaverita.it 

Google vi mostrerà subito approssimativamente quanti e quali URL del vostro blog ha indicizzato e sono quindi visibili re raggiungibili dagli utenti. 

Bene, questa piccola guida spero vi sia di aiuto per introdurvi al complesso, ma non complicato, mondo della SEO. 

Basta imparare piano piano a scrivere contenuti di qualità grazie a tutte le tecniche di ricerca, di ottimizzazione e di aggiornamento delle keywords. E vi assicuro che riuscirete a vedere buoni risultati già nell’arco di un mese. 

Hai voglia di saperne di più? Fammi tutte le domande che vuoi nell’area commenti, qui sotto l’articolo.

Ti risponderò al più presto!

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Instagram

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.