clown therapy noto i delfini di lucia
Pillole di benessere

Clown Therapy Noto: i Delfini di Lucia sfidano il cancro a colpi di risate

La vita spesso non ti dà preavviso e ti presenta un conto salato senza lasciarti la possibilità di saldarlo. C’è chi affronta la terribile notizia di un cancro sprofondando in un abisso di disperazione, ma c’è anche chi riesce a trovare la forza per combattere fino all’ultimo istante per la propria vita e lo fa attraverso un sorriso. E’ merito della Clown Therapy se oggi numerosi malati di cancro, in particolar modo bambini, riescono ad affrontare le delicate fasi delle cure di chemioterapia e radioterapia senza smettere di sorridere mai.

Che cos’è la Clown Therapy?

E’ ormai una missione riconosciuta da psicologi e specialisti del settore medico il mestiere dell’angelo del sorriso, inaugurato dal dottore americano Hunter Patch Adams, interpretato al cinema dall’ attore Robin Williams (scomparso nel 2014). La gelotologia è la scienza che studia i benefici del sorriso e le sue benefiche ricadute sullo stato di salute del paziente. E’ stato scientificamente provato che ridere attiva tutte le parti del corpo umano, modificando anche la chimica del sangue.

Un senso di liberazione coinvolge cuore e polmoni, stomaco e cervello, grazie alla stimolazione delle beta-endorfine nelle ghiandole surrenali, che rilasciano cortisolo, l’ormone regolatore dello stress. L’umore migliora quando sorridiamo e il dolore sparisce magicamente, il sistema immunitario si fortifica. Un proverbio napoletano dice “Chi ride, campa cent’anni” a conferma dei dati scientifici.

clown therapy i delfini di lucia

Clown Therapy in Sicilia: giovani volontari armati di sorrisi

E’ strettamente legata a questa missione l’attività della Onlus I Delfini di Lucia, una squadra di Clown Dottori, volontari giovanissimi,  che operano in numerosi centri ospedalieri della Sicilia, muovendosi dal loro quartiere generale a Noto.  Chi era Lucia? Una giovane adolescente siciliana, colpita dal cancro nel 2008, mentre si apprestava a ultimare gli studi e a realizzare i suoi sogni. Oggi a Noto sarà ricordata con una messa solenne, ma l’associazione nata in suo nome porta avanti il messaggio di quella ragazza dai lunghi capelli biondo scuro e dal viso luminoso e sorridente, nonostante il cancro la stesse divorando senza pietà.

Clown Therapy

Lucia, scomparsa nel 2008 a Catania

E proprio oggi i delfini del sorriso hanno postato sulla pagina Facebook: “Oggi per noi delfini è un giorno importante perché verrà celebrata la messa per la nostra carissima Lucia che ormai da anni ci ha lasciati. Fino all’ultimo il suo desiderio era proprio quello di portare tanta gioia e sorrisi nel reparto di oncoematologia e a tutte quelle persone che stanno poco bene. Bhè Lucia guarda che ne è uscito fuori?! Una squadra di clown dottori pronti a donare sorrisi❤️ Grazie perché per noi sei stata e sei fonte di ispirazione ! Buon viaggio delfino”.

Clown Therapy, un antidoto infallibile contro il cancro

La Onlus I delfini di Lucia è guidata dal presidente Giuseppina Spitaleri, che sottolinea più volte la serietà degli obiettivi dell’associazione, tra i quali il sostegno economico alle famiglie gravate da spese ospedaliere, il diritto allo studio attraverso il coordinamento di attività scolastiche domiciliari, mettere a fuoco i principali problemi e le carenze nei reparti di chirurgia e oncoematologia pediatrica, per favorirne la soluzione anche con un’opera di informazione e di stimolo delle autorità competenti.

Come nasce l’associazione e con quali obiettivi ?

G. Spitaleri: “L’associazione I Delfini di Lucia Onlus nasce nel luglio 2009, in ricordo di una nostra alunna del liceo scientifico di Noto,scomparsa soltanto 8 giorni dopo aver sostenuto nel 2008 presso il policlinico di Catania la maturità scientifica. Ragazza tenace anche nello studio, altruista , forte per la sua fede in Dio, è sempre stata di grande esempio per tutti noi- ed aggiunge-Alla sua scomparsa, invitati anche da alcuni medici del suddetto policlinico che l’avevano seguita per sei lunghi anni con momenti di gravi crisi ed altri di speranza, noi docenti,parenti, compagni ed amici abbiamo fondato un’associazione che  ha come finalità quella di aiutare finanziariamente e psicologicamente le famiglie con bimbi oncologici (che ne avessero bisogno.) Informare adulti e giovani sui problemi che vivono nelle suddette famiglie e informare sui progressi della ricerca e sostenerla”.

clown therapy i delfini di lucia

 

Chi sono i delfini di Lucia e cosa fanno?

G. Spitaleri: “Noi ci siamo per questo: aiutiamo veramente economicamente le famiglie. Finanziamo annualmente con il liceo di Noto un corso di clown terapia e i ragazzi che si iscrivono all’associazione vengono con noi docenti responsabili in ospedale a Noto e, dopo qualche giorno di esperienze, mensilmente al policlinico di Catania presso i reparti di ematoncologia pediatrica e chirurgia pediatrica. Continuano sempre la loro formazione con la psicologa del suddetto reparto del policlinico”.

Che riscontri ha sul paziente la Clown Therapy?

G. Spitaleri: “La clown terapia è graditissima dai piccoli pazienti ma anche dai genitori; ma ritengo sia anche altamente formativa per i nostri giovani liceali. Ci auguriamo di continuare sempre su questa strada perché siamo soddisfatti, ma anche di migliorare le strategie di intervento grazie all’aiuto che cittadinanza, istituzioni e di quanti potranno offrire aiuto e sostegno per i nostri piccoli pazienti”.

Qual è il vostro modo di procedere? Avete mai incontrato ostacoli? 

G. Spitaleri: “Organizziamo a Noto annualmente i due giorni del sorriso nel mese di aprile e organizziamo incontri nelle scuole, nelle case di riposo ecc. In questa occasione abbiamo effettuato delle donazioni ospedaliere e per noi ha offerto una serata il baritono Carmelo Corrado Caruso di fama internazionale. Organizziamo eventi per la raccolta fondi e all’interno dell’associazione abbiamo una compagnia teatrale che da anni lavora con successo, tanti artisti locali offrono la loro arte per la Solidarietà.  Abbiamo organizzato tante altre attività, anche pubblicazioni, e non abbiamo mai incontrato ostacoli anche i medici ci accolgono e aspettano con piacere e stima”.

Ridere non è solo contagioso, ma è anche la migliore medicina…lasciarsi contagiare dal sorriso è inevitabile, migliorando la propria vita e quella degli altri.

Share:

Rispondi