TUTTE LE NOTIZIE

Castello Tramontano di Matera cosa vedere tra storia e leggenda

Castello Tramontano di Matera cosa vedere tra storia e leggenda

Dove si trova il castello Tramontano di Matera?  È una località della Lucania in Basilicata, nota come Capitale Europea della Cultura 2019.

Desideravo visitarla da tempo e l’estate scorsa, ad agosto, non mi sono lasciata sfuggire l’occasione- quando penso che pochi mesi fa ero in giro per l’Italia e ora sono a casa in quarantena forzata a causa dell’emergenza Covid 19, mi viene da piangere!-Così sono partita in autobus da Napoli e con 18€ sono arrivata in 3 ore nella nota città dei Sassi.

I sassi di Matera, dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’ UNESCO nel 1993, sono misteriosi e affascinanti con le loro forme singolari, tutte diverse e quel colore tra il bianco e il panna con qualche spruzzatina di grigio. I sassi di Matera hanno  qualcosa di rupestre che attira lo sguardo anche di chi non ha interesse per la storia.

Cosa vedere a Matera in due giorni?

Veramente tantissimo. Non solo è davvero magico dormire nei sassi di Matera, ma anche girare tra le attrazioni che offre la città. Impossibile non notare  il castello Tramontano, noto per la leggenda legata al suo proprietario e non solo.

È d’obbligo visitare questa imponente fortezza del 1500, che domina la città dalla collina Lapillo, sulla quale si erge con le sue tre torri cilindriche in perfetto stile aragonese.

Sono partita a piedi da piazza Vittorio Veneto e in pochi minuti mi sono ritrovata davanti a questa massiccia costruzione al termine di una scalinata.

Castello Tramontano di Matera cosa vedere tra storia e leggenda

Il Castello Tramontano di Matera è circondato da un parco urbano ben tenuto, alle sue spalle c’è uno spazio utilizzato per manifestazioni e altri eventi.

È stato molto piacevole sostare nello spazio verde antistante il castello. Qui, ho montato la mia attrezzatura fotografica e mi sono divertita a scattare foto e a girare video, immaginando di essere un’antica abitante del maniero.

Ad agosto, nonostante facesse caldissimo a Matera, tirava una bella arietta sulla collina Lapillo, rendendo molto gradevole la sosta.

Purtroppo, il castello Tramontano è visitabile solo esternamente perché transennato tutto intorno. La fortezza in stile aragonese non è mai stata portata a termine, motivo per il quale non ha senso entrare all’interno. Sorgeva su una precedente fortificazione di origine normanna a otto torri quadrate, poi ceduta dai precedenti proprietari per trasformarlo in qualcos’altro. E’ sicuramente da annoverarsi tra i più bei castelli d’Italia e del mondo.

È necessario prenotare in anticipo per visitare Castello Tramontano? È aperto in particolari occasioni come nelle giornate FAI. Ci sono anche dei tour guidati che sono organizzati da cittadini materani per far scoprire la leggenda legata a questa fortezza e vanno prenotati telefonicamente.

Castello Tramontano di Matera cosa vedere tra storia e leggenda

La storia del castello Tramontano di Matera

Ho subito amato la città di Matera e, quando ho scoperto che questo castello era legato in qualche modo a a Napoli, mi sono lasciata appassionare dalla sua leggenda.

Questo castello fu voluto nel 1500 dal conte Gian Carlo Tramontano, ma rimase incompiuto per l’assassinio dello stesso nobile- di origini napoletane- che non era ben visto dalla popolazione.

Castello Tramontano di Matera cosa vedere tra storia e leggenda

Era un feudatario e non si comportò proprio benissimo con i cittadini di Matera. Quest’ultimi, già da tempo, erano vessati dalle tasse da pagare ai feudatari. Quando a Napoli salì come nuovo re Ferdinando II, i materani sperarono di non cadere poi nelle mani di nuovi feudatari. Invece, il Conte Tramontano avanzò delle pretese nei confronti della contea di Matera e dal 1496 entrò in possesso della città.

Gian Carlo Tramontano era nato a Sant’Anastasia, Napoli, ai piedi del Vesuvio, ma era un uomo dissoluto e amava spendere soldi. Presto si riempì di debiti e cercò di sanarli imponendo dure tasse alla popolazione. Il castello di Matera costò 25mila Ducati (oggi potremmo paragonarlo a 500mila euro in su, mica poco!).

Ad uccidere il proprietario del castello Tramontano furono proprio alcuni cittadini materani, che gli tesero un agguato all’uscita del Duomo, nascosti dietro il sasso del mal consiglio. I congiurati colpirono a morte il Conte nella vicina via del Riscatto il 29 dicembre 1514.

Castello Tramontano di Matera cosa vedere tra storia e leggenda

Ancora oggi, chi passeggia di notte da queste parti, il 29 di ogni mese, e sostiene di sentire delle urla provenire dal castello. Si tratterebbe del Conte Tramontano che prima di cadere vittima dell’agguato, fuggì gridando. Poi, raggiunto, fu prima denudato e colpito a morte con pesanti aste. Cadde in una pozza di sangue. Anche sua moglie rischiò violenza da parte dei cittadini inferociti, ma fu risparmiata.

Se osserviamo bene lo stemma della città di Matera si può leggere una frase “il bue stanco affonda la zampa più fermamente” a giustificare l’uccisione per esasperazione di questo Conte malefico.

Castello Tramontano di Matera cosa vedere tra storia e leggenda

Il conte Tramontano a Napoli

Il comune di Matera dovrebbe fare qualcosa per valorizzare questo monumento storico e renderlo accessibile a tutti. I lavori di restauro sono iniziati nel 2008 e fino ad oggi non hanno mai trovato fine.

La leggenda di questo misterioso e crudele feudatario napoletano ispirò anche la letteratura cinematografica con Il Conte di Matera, film con Virna Lisi.

Secondo il film il Conte di Matera, liberamente ispirato all’omonima commedia di Giovanni Villani, commissario regio all’epoca dei fatti, rivendicò lo ius primae noctis su tutte le vergini di Matera. In pratica, faceva l’amore con tutte le ragazze di Matera nella loro prima notte di nozze.

In realtà, tracce di questo Conte Tramontano sono registrate anche a Napoli, a pochi passi da via Duomo e piazza Nicola Amore, in una strada intitolata come Via Gian Carlo Tramontano.

Girare Matera in Apecalessino

La storia dettagliata del castello Tramontano di Matera mi è stata raccontata durante il mio tour della città in sella all’ Apecalessino, guidato dal simpaticissimo e preparatissimo Pasquale.

Castello Tramontano di Matera cosa vedere tra storia e leggenda

Girare Matera in Apecalessino è una esperienza indimenticabile e vi permette di attraversare i Sassi senza farvi male! Eh, si, perché camminare a piedi sui sassi di Matera può essere difficile e scivoloso.

Però, tornerei a Matera altre mille volte!

Follow:

2 Comments

  1. Sruffa1
    1 Maggio 2020 / 17:27

    Sarei dovuta partire martedì 5 maggio per trascorrere 6 giorni itineranti tra Matera e la Puglia. Il tuo articolo interessante lo custodirò gelosamente in attesa di poter pianificare viaggio!!! Grazie

    • 1 Maggio 2020 / 17:40

      Grazie mille perché mi segui sempre con stima. Comprendo bene la tua amarezza, ma sono certa che piano piano riusciremo a tornare alla normalità. Nel frattempo segnati tutto quello che c’è ancora da esplorare in Italia e già questo ti darà entusiasmo per non perdere l’ottimismo. Un caro saluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.