TUTTE LE NOTIZIE

Bruschette sfiziose: ecco tutto quello che non avresti immaginato


Bruschette sfiziose: ecco tutto quello che non avresti immaginato

Quando arriva l’estate uno dei miei piatti preferiti sapete qual è? Un bel vassoio di bruschette sfiziose con pomodorini, origano, aglio in polvere e un filo d’olio. Adoro il sapore croccante del pane abbrustolito e lo trovo molto gustoso quando fa caldo e non mi va di appesantirmi a tavola. 

Inoltre, preparare delle bruschette significa anche non sprecare il pane, ma recuperarlo e trasformarlo in qualcosa di unico e saporito. 

Una bruschetta sfiziosa è ideale per accompagnare una bella mozzarella di bufala o da presentare come antipasto per una cena con amici o parenti. Di solito gusto le mie bruschette con un bel bicchiere di vino rosso di Ischia o con un Piedirosso. Un aperitivo al tramonto che mi aiuta a concludere in bellezza una stressante giornata di lavoro. 

Ma chi le ha inventate queste bruschette sfiziose? Me lo sono sempre chiesto. Poi, ho scoperto molte curiosità interessanti a riguardo. 

Fin da bambina, credevo che le bruschette fossero di origine pugliese, anche perché, quando andavo a villeggiare sul Gargano in provincia di Foggia, la sera tutti mangiavano “pane e pomodoro strascicato”. Erroneamente associavo il pane raffermo spugnato sotto l’acqua e con il pomodoro strisciato ad una bruschetta. Crescendo ho compreso le differenze!

Come sono nate le bruschette?

Eh no, la bruschetta è nata tra Lazio e Toscana e deriverebbe il suo nome dal dialetto “bruscare”, che per l’appunto vuol dire abbrustolire. Infatti, le bruschette altro non sono che fette di pane raffermo passate sulla griglia e poi condite a piacere con olio, sale, pomodoro e origano. Nacquero in ambito agricolo, quando i contadini avevano ben poco da mangiare, se non una pagnotta di pane raffermo. E così decisero di passarlo sul fuoco e di cospargerlo di olio e pomodoro. Quando scoprirono il sapore gustoso di questa ricetta si sentirono più ricchi dei nobili che servivano. Come dar loro torto? Anche io, quando mangio una bruschetta, mi sento al settimo cielo.

In realtà, se andiamo a scavare più indietro nel tempo, scopriremo come già gli antichi Romani avessero questa usanza di abbrustolire il pane raffermo per non buttarlo, soprattutto nelle classi meno agiate in epoca imperiale. E da Roma la bruschetta arrivò anche a Napoli, dove fu aggiunto il pomodoro e divenne pane arruscato.

Con basilico o senza, con aglio o con sesamo, la bruschetta resta un pasto frugale e veloce, anche noto come “svuotafrigo”, in grado di portare una ventata di gusto sulle tavole estive degli italiani. E ha conquistato milioni di stranieri nel tempo, una volta che hanno avuto occasione di gustare questa ricetta antichissima ed evergreen. 

Alcune idee bruschette 

Ricette di bruschette sfiziose se ne trovano tantissime sul web e su ricettari cartacei. E allora che sto per suggerirvi? Condividerò con voi, cari lettori, tre ricette per bruschette sfiziose che preparava sempre mia nonna Ida e che nel tempo ho continuato a mangiare con alcune varianti. 

Bruschette sfiziose: ecco tutto quello che non avresti immaginato

Bruschetta ai peperoni e auricchio piccante

Il connubio tra peperoni e pane abbrustolito è perfetto. Un sapore magnifico solo a pensarci! Come si preparano? Tagliate le fette di pane, passatele tre minuti per lato su una piastra per arrosti bella bollente, avendo cura di non far diventare troppo nere le fette di pane, quindi, adagiate su di esse qualche fetta di peperone in agrodolce, oppure fritto con aglio, o ancora peperoni al vapore.

Tagliate una fetta sottile di auricchio piccante e riducetela in tanti quadratini che andrete a porre sulle fette di bruschetta condite con i peperoni. Cospargete queste bruschette sfiziose con un filo d’olio e un pizzico di sale. Una bruschetta fantastica, che è perfetta come antipasto a pranzo ( se non digerite i peperoni, meglio non mangiarli di sera). 

Bruschetta con salsicce e friarielli

Ok, non voglio uccidervi con questa idea per una bruschetta veloce e saporita. Se siete di Napoli, allora potrete capirne la bontà. Le fette di pane abbrustolite sulla piastra vengono cosparse da un filo d’olio e su di esse si stende un letto di friarielli (verdure tipiche della Campania, noti come broccoli amari altrove) e qualche dischetto di salsiccia – precedentemente cotta in padella con vino bianco e friarielli. Una vera lussuria per il palato e per lo stomaco. Se volete fare un brunch o un apericena, questa ricetta è ideale!

Bruschetta aglio, olio e peperoncino

Una variante molto semplice e velocissima per delle bruschette sfiziose da gustare da soli o in compagnia. Basta cospargere le fette di pane abbrustolito con aglio in polvere o ridotto in micropezzettini, un filo d’olio, un pizzico di sale e un peperoncino sminuzzato. Per gustare questo tipo di bruschetta decisa e piccantina vi consiglio un vino rosso bello scuro. Ovviamente, non potrete baciare il vostro o la vostra partner dopo aver gustato una tale delizia. 

Perché ci piace tanto la bruschetta? E’ facile e veloce da preparare, è fresca e gustosa, si sposa con ogni tipo di alimento e una tira l’altra! 

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche, di terze parti e di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy.