Da non perdere

Bell’ e buon’, Scampia per l’adolescenza a rischio

scampia

NAPOLI- Venerdì 12 Giugno dalle 10 e 30 presso l’Istituto Comprensivo Virgilio IV a Scampia Via Antonio Labriola Lotto 10/H i primi risultati del progetto sociale Bell’ e buon’ : incontro con le famiglie e attività dei laboratori espressivi di colore, suono e rappresentazione.

Scampia presenta i primi numeri del progetto

Gli adolescenti impegnati nei laboratori di sostegno artistico-espressivi illustreranno il percorso svolto all’interno della prima parte del progetto biennale promosso dalla Fondazione Valenzi, con il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la Gioventù. Da ormai cinque anni lo spirito pedagogico del progetto sociale Bell’ e Buon ideato e promosso dalla Fondazione Valenzi, consiste nel sostenere l’infanzia e l’adolescenza a rischio napoletana contribuendo a migliorare la percezione del sé e promuovere i valori della legalità e del rispetto dell’altro in maniera non convenzionale, insegnando attraverso le forme artistiche che ciò che è bello e anche buono e viceversa.

Bell’ e buon’, Scampia vede risultati positivi

Dopo aver operato per singole annualità soprattutto in aree di degrado, tra le quali Licola, San Giovanni a Teduccio e i Banchi Nuovi, per la prima volta si è riusciti a dispiegare l’azione progettuale su un biennio, scegliendo come nuova area di impegno il quartiere di Scampia e i suoi giovani adolescenti.

A Scampia Bell’ e buon’ un’equipe al lavoro per i più piccoli

Il progetto, che si avvale oltre che della struttura anche dell’impegno del personale della scuola Virgilio IV, è diretto dalla psicomotricista Lucia Precchia, coadiuvata da un’equipe specializzata composta da dieci operatori tutti under 35. Partners del progetto sono anche il Centro Hurtado e l’Associazione AQuaS di Scampia.

C.S

Share:

Rispondi